Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

3 Aprile 2008 | Attualità

A Cuba la tv si apre al mondo

In un futuro non ancora ben definito entrerà nelle case cubane un nuovo canale tv basato su 24 ore di programmazione proveniente “da altri paesi”. Si tratta di un’ulteriore apertura rispetto al bipolarismo televisivo del post Unione Sovietica, caratterizzato da una programmazione a singhiozzo e di un’alternativa rispetto ai tre canali che negli ultimi anni arricchiscono l’offerta televisiva. Il nuovo network, risultato di investimenti pari a 15 milioni di dollari e di un fondo in pesos nazionali, proporrà una programmazione di 24 ore e offrirà materiale proveniente dalle televisioni di altri paesi. Luis Acosta, vice presidente dell’istituto cubano di Radio e Televisione, durante il congresso dell’unione degli scrittori e degli artisti di Cuba ha dichiarato: “Fra i prodotti che saranno trasmessi saranno inclusi programmi televisivi provenienti da una decina di paesi”

Guarda anche:

Treno del Foliage, un viaggio tra i colori dell’autunno

Dal 15 ottobre al 6 novembre sarà possibile vivere un piacevole viaggio tra i colori dell’autunno lungo 52 km, da Domodossola a Locarno.  La tratta percorsa dal Treno del Foliage è stata inserita...

Le elezioni italiane viste dall’estero

La vittoria di Giorgia Meloni alla guida di Fratelli d’Italia è stata commentata dai principali quotidiani internazionali. La vittoria della coalizione di centro destra guidata da Fratelli d’Italia...

I robot amici dell’uomo. La ricerca è italiana

Sono robot collaborativi, nati per aiutare i chirurghi a “sentire” gli organi durante un’operazione anche a migliaia di chilometri di distanza, progettati per sollevare delicatamente anziani o malati allettati, per fare pulizie in casa, per lavorare nelle fabbriche, con compiti più rischiosi, riducendo le possibilità di infortuni.