Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

30 Ottobre 2021 | Attualità

A Expo Dubai si celebra la bellezza dei territori italiani

Una delegazione Anci insieme ad alcuni sindaci italiani racconta gli ambiziosi progetti di rigenerazione urbana delle proprie città all’Esposizione Universale per la prima volta nel mondo arabo.

Il meglio dell’Italia in tema di sostenibilità, economia circolare e architettura digitale va in scena il 31 ottobre al Padiglione Italia, nell’ambito di Expo Dubai 2020, in un evento di confronto tra sindaci sul tema della bellezza e della rigenerazione urbana. 

I PROGETTI DI RIGENERAZIONE URBANA IN ITALIA 

La delegazione dell’Anci (Associazione nazionale comuni italiani) e dei sindaci italiani, nella veste di ambasciatori dei territori d’Italia, è guidata dal presidente e sindaco di Bari Antonio Decaro il quale sottolinea come “Da nord a sud il sistema della città in Italia costituisce l’ossatura su cui il Paese può rialzarsi dopo questo periodo di buio e di paure. Siamo i centri dove maggiormente si concentra la spesa pubblica e le istituzioni che stanno lavorando al programma di rigenerazione urbana più importante che il nostro Paese abbia avviato negli ultimi cinquanta anni”. Decaro aggiunge che “lavoreremo per attivare sinergie utili sul fronte della promozione turistica e delle possibili collaborazioni economiche incentrate su tecnologia, innovazione e qualità della vita”.

I SINDACI PRESENTI, A DUBAI E IN COLLEGAMENTO

In programma il videocollegamento con il sindaco di Firenze e coordinatore delle Città metropolitane Anci, Dario Nardella. Da remoto ci saranno inoltre i sindaci di Venezia Luigi Brugnaro, di Milano Beppe Sala e di Genova Marco Bucci. Mentre a Dubai, insieme a Decaro, saranno presenti il sindaco di Palermo Leoluca Orlando; il sindaco di Cagliari Paolo Truzzu; il sindaco di Matera Domenico Bennardi e il sindaco di Reggio Calabria Giuseppe Falcomatà.

L’ITALIA RACCONTATA DA SALVATORES

I territori sono i protagonisti assoluti anche nel lavoro realizzato dal regista Premio Oscar Gabriele Salvatores al quale è stato affidato il compito di narrare l’Italia ai visitatori di Expo Dubai 2020. Il progetto costruito da Salvatores con le Regioni partecipanti si sviluppa attraverso una serie di contenuti altamente scenografici e d’impatto, visibili al Padiglione Italia in due diverse sezioni: il “Belvedere”, con proiezioni a 360° dei paesaggi italiani più suggestivi, e il “Saper Fare” italiano, raccontato su uno schermo di 100 metri quadrati e capace di mostrare al visitatore il meglio delle ‘arti artigiane’, dell’agroalimentare, della meccanica, del design e dell’esercizio delle tecnologie più sofisticate. 

IL PADIGLIONE ITALIA E I DATI SUGLI ACCESSI

I filmati si inseriscono nell’architettura del Padiglione Italia, anch’essa ispirata alla “bellezza che unisce le persone” che Carlo Ratti, Italo Rota, Matteo Gatto e F&M Ingegneria hanno interpretato con un progetto innovativo in grado di esprimere il meglio dell’ingegno italiano. Uno spazio tra i più frequentati tra quelli dei 190 Paesi partecipanti, in cui sono stati registrati ad oggi oltre 200 mila visitatori dall’inizio dell’Esposizione Universale.

 

di Valentina Colombo

Guarda anche:

Italian Tech Week: a Torino il 29 e il 30 settembre

A Torino il 29 e il 30 settembre si svolge l’Italian Tech Week. Un appuntamento che, nelle due giornate, affronta temi legati a innovazione e nuove tendenze. Si tratta di un’occasione importante che...

SOS frantoi. Il paradosso italiano

Unaprol e Coldiretti hanno recentemente presentato l’esclusivo rapporto su “La guerra dell’olio Made in Italy” diffuso all’alba dell’attuale campagna olearia 2022/2023. Ad emergere è un’incognita...

In Italia i podcast registrano una crescita del 7%

I podcast in Italia stanno prendendo piedi a un ritmo costantemente in crescita. Un incremento nel consumo del 7% rispetto allo scorso anno, a conferma di un trend positivo che negli ultimi 6 anni...