Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

30 Maggio 2024 | Attualità, Innovazione

A Roma quattro strade messe in fila dalla Luna

Sarebbero state allineate per collegare le basiliche e il punto in cui il satellite tramonta la Luna sulla Città eterna

L’assetto urbanistico voluto per Roma da papa Sisto V avrebbe avuto un’ispirazione celeste, se non divina. Il cosiddetto Asse Sistino che collega gli obelischi di Santa Maria Maggiore e Trinità dei Monti – attraverso via Depretis, via Quattro Fontane e via Sistina – sarebbe allineato verso il punto più a nord in cui la luna tramonta sulla Capitale, in quello che viene definito ‘lunistizio superiore’. Si tratta di un fenomeno celeste estremamente raro, messo in collegamento con lo stradario di Roma dalle immagini riprese da Giangiacomo Gandolfi dell’Osservatorio di Roma dell’Istituto Nazionale di Astrofisica, e da Gianluca Masi, del Virtual Telescope Project e dell’Inaf-Oar.

rome-Leonhard_Niederwimmer-Roma

rome-Leonhard_Niederwimmer-Roma

La singolare relazione è stata presentata alla  XII Conferenza internazionale ‘The Inspiration of Astronomical Phenomena‘ che si è svolta a Corfù. A studiare il progetto verso la fine del 1500 è stato l’architetto e ingegnere Domenico Fontana: si tratta di un tratto stradale di circa un chilometro e mezzo, orientato verso un azimut di 307 gradi e in leggera salita verso Monte Mario. Seguendo l’orientamento della chiesa paleocristiana già dedicata alla Vergine Maria, con l’asse sistino si creava un collegamento fra la chiesa stessa e la luna nel raro fenomeno che si verifica appena qualche decina di volte nel corso di una cinquantina di mesi, a intervalli di circa 18 anni.

di Daniela Faggion

rome-JerOme82-moon

Guarda anche:

Mytho, scoperto il nuovo gene che regola l’invecchiamento

Un gruppo di ricercatori diretto dal prof. Marco Sandri, docente del Dipartimento di Scienze Biomediche dell’Università di Padova e Principal Investigator dell’Istituto Veneto di Medicina Molecolare...

I microbi architetti del mare secondo scienziati italiani e statunitensi

Rivoluzione copernicana nelle acque più profonde, racconta uno studio pubblicato da Nature Ecology and Evolution. I microbi sono tanto piccoli quanto attivi nel far funzionare la vita sul pianeta...

Riprodotto un naso con stampa in 3D al Meyer di Firenze

L'intervento è avvenuto nell’ospedale pediatrico Meyer di Firenze su un bimbo di 5 anni nato con un grave problema alla piramide nasale a causa di una complicanza post partum. La progettazione della...