Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

8 Maggio 2013 | Economia

Adobe dà il benvenuto a Creative Cloud

Adobe, dopo aver aperto al cloud computing un anno fa, ora investe in toto sulla nuvola , spostando tutte le operazioni di sviluppo e distribuzione dei suoi programmi creativi proprio sugli archivi digitali. Addio Creative Suite, dunque, e benvenuto Creative Cloud . Photoshop, Indesign e gli altri software noti ai creativi di tutto il mondo traslocano definitivamente in rete: solo per alcuni programmi continueranno i lanci anche in formato fisico, con la classica scatola dotata di manuale e cd. Il futuro è immateriale e sempre più legato alla nuvola, che garantisce flessibilità, fluidità e sicurezza. Adobe offre la possibilità di diversi pacchetti di abbonamento (da 25 a 86 euro al mese – a seconda degli applicativi scelti e dei gigabyte virtuali a disposizione) , comprensivi non solo dei programmi, ma anche di servizi extra e degli aggiornamenti. Ciascun utente potrà attivare i software su un massimo di due dispositivi, mutabili in ogni momento. Tutte le funzionalità dei clienti saranno modificabili e gestibili attraverso un account online: Creative Cloud funzionerà quindi come piattaforma digitale, raggiungibile ovunque e sempre attiva, dando la possibilità di scaricare in qualsiasi momento i programmi necessari, nonché di sincronizzare automaticamente le impostazioni degli stessi su qualsiasi dispositivo. Creative Suite 6 non sparirà immediatamente : chi ha bisogno di una vecchia licenza potrà ancora acquistarla, ma l’aggiornamento sarà garantito solo per quanto attiene bug minori e compatibilità con i sistemi operativi che usciranno nel periodo previsto di assistenza. Non ci sarà nessuna Creative Suite 7 , ma da ciascun software creativo Adobe sarà vergato dal marchio CC. Creative Cloud consentirà di avere migliorie costanti, anche di piccolo cabotaggio, garantendo alla compagnia più introiti e un mercato più elastico, meno esposto alla pirateria. La nuova è anche questo.

Guarda anche:

Nei Paesi OCSE l’economia digitale supera quella reale, l’Italia terz’ultima in classifica

I dati dell''Oecd Digital Economic Outlook’, pubblicate dall’Ocse, mostra come nell’ultimo decennio, gennaio 2013 – aprile 2023, il settore ICT sia cresciuto quasi tre volte più velocemente...
plane pruslee ph

Ecco la nuova tratta aerea Roma-Toronto

Italia e Canada sempre più vicine: nuovo volo per favorire nuovi mercati e il turismo di ritorno C'è anche il supporto dell'Agenzia nazionale del Turismo al primo volo diretto tra Roma Fiumicino e...
Beach Litter Legambiente - chaiyananuwatmongkolchai

705 rifiuti ogni 100 metri sulle spiagge d’Italia

Lo spiega "Beach litter", indagine di Legambiente che ha monitorato 33 lidi in 12 regioni italiane. Plastica, soprattutto ma non solo, fra i 705 rifiuti che si trovano ogni 100 metri sulle spiagge...