Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

27 Agosto 2022 | Economia

Aeroporto Milano Bergamo vola alto nei cieli d’Europa

L’aeroporto lombardo è ai primi posti nelle classifiche internazionali di Aci World sui servizi e l’efficienza degli aeroporti nel mondo. Particolarmente apprezzati accessibilità e servizi di ristorazione.

 

Un risultato eccellente secondo i dati di Aci World, l’Associazione mondiale degli aeroporti. E’ quello ottenuto dall’aeroporto Milano Bergamo, situato a Orio al Serio, per qualità dei servizi ed efficienza operativa nell’analisi relativa al secondo trimestre 2022 che assegna allo scalo lombardo il primo posto a livello europeo nella categoria 5-15 milioni di passeggeri. La quarta assoluta in Europa in termini complessivi dopo Mosca Domodedovo (oltre 20 milioni di passeggeri), Skopje (fino a 1 milione) e Roma Fiumicino (oltre 40 milioni).

Milano Bergamo deve il suo primo posto in Europa all’accessibilità e all’offerta dei servizi di ristorazione. Nel giudizio rilasciato dai passeggeri business europei, l’Aeroporto figura al secondo posto dopo Mosca Domodedovo. Inoltre, al quinto posto in Europa per la disponibilità di informazioni, al sesto posto per la qualità dell’assistenza e il livello di cortesia, nonché per la facilità di raggiungimento dei gate di imbarco.

Altri elementi giudicati favorevolmente dai passeggeri sono il comfort offerto dalle nuove aree imbarchi, al primo posto sia tra gli scali italiani sia tra quelli europei nella categoria 5-15 milioni, e la cortesia del personale degli esercizi commerciali presenti in aerostazione.

Di Valentina Colombo.

 

Guarda anche:

SOS frantoi. Il paradosso italiano

Unaprol e Coldiretti hanno recentemente presentato l’esclusivo rapporto su “La guerra dell’olio Made in Italy” diffuso all’alba dell’attuale campagna olearia 2022/2023. Ad emergere è un’incognita...

Come vendere tulipani agli olandesi!

Vale 1 miliardo di euro l'export made in Italy di piante fiori e fronde. Nel dettaglio, si tratta di 1.146.762.653 euro, in crescita del 22% rispetto allo stesso periodo del 2020 (erano 937.756.550...

Tornano nei campi italiani miglio e avena grazie al progetto europeo “Re- Cereal”

La coltivazione di avena, miglio e grano saraceno sta nuovamente attirando l'interesse degli agricoltori delle regioni alpine di Austria e Italia. Una notizia a beneficio dei 233.000 ciliaci ad oggi...