Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

19 Aprile 2013 | Economia

Apple ha perso la magia

Il 2013 sta riservando difficoltà inaspettate per Apple. La compagnia americana sembra aver perso smalto: nonostante l’enorme popolarità e il dominio del mercato dei tablet, continuano a susseguirsi voci sul rallentamento generale delle vendite, con iPhone 5 che corre meno del previsto e la linea Mac che patisce il calo generale del settore computer. Prima conseguenza di questa emorragia di acquirenti è il crollo del titolo, il cui valore si attesta oggi intorno ai 400 dollari , rispetto ai 700 dollari di settembre. Un balzo indietro che preoccupa i soci e gli analisti di mercato: Wall Street non perdona la linea morbida di Apple, che nell’ultimo anno ha lanciato diversi progetti senza mai sorprendere il mercato. Google è arrivata prima nel comparto degli occhiali digitali, Samsung ha conquistato il campo degli smartphone con innovazione e funzionalità (il pennino dell’ultimo Note e le fotocamere hd di Galaxy, ad esempio), mentre le tv connesse non hanno ancora scaldato il cuore degli utenti. Nei prossimi giorni ci sarà un’altra tappa fondamentale per il futuro prossimo della società : martedì 23 aprile verrà presentato il bilancio invernale, che potrebbe segnare una contrazione degli utili di quasi il 20%, aizzando il fuoco di fila delle critiche. Le dinamiche di mercato, però non bastano a spiegare il calo di consensi della Mela: i suoi prodotti rimandano ormai a un immaginario fintamente snob ed elitario, di innovazione presunta a prezzi spesso maggiorati rispetto alla concorrenza. L’aura del marchio, insomma, scricchiola. Il piglio marketing di Steve Jobs, capace di piazzare telefoni e lettori mp3 come oggetti dotati di anime e immaginario, manca come non mai dalle parti di Cupertino.

Guarda anche:

Sanremo_vincitori

Festival di Sanremo: sono solo canzonette (?)

A giudicare dai dati diffusi da una ricerca di EY la risposta parrebbe essere no e anche se lo fossero, l’impatto economico è assai elevato: 205 milioni di euro, di cui 77 di valore aggiunto...
Italia ultima per merito in Europa - ph. Marzena7

Italia ultima in Europa per Merito

Secondo il Forum della Meritocrazia questa situazione incide sul calo dell'economia, che in quasi 30 anni ha perso 26 punti percentuali Non basta mettere la parola "merito" nel nome di un ministero...

Città e luoghi d’arte trainano il turismo in Italia anche nel 1° trimestre 2024

L'Osservatorio Turismo Confcommercio-Swg prevede per il primo trimestre 2024 oltre venti milioni di partenze tra gennaio e marzo. Preferiti i soggiorni brevi e le città d’arte. Dopo la ripresa...