Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

26 Ottobre 2006 | Economia

AUDITEL, PRESTO LA RIFORMA: PIù CONTROLLO DELL’AGCOM E NUOVI SOGGETTI NEL CDA

L’Auditel sarà presto riformata e l’Agcom avrà più poteri di controllo. Parola di Corrado Calabrò, presidente dell’autorità per le Garanzie nelle comunicazioni che si sta occupando proprio della modifica del sistema della rilevazione degli ascolti televisivi. I punti essenziali della riforma riguardano l’integrazione con nuovi soggetti del Cda di Auditel e la creazione di un gruppo di tre consiglieri nominati dall’Agcom che avranno un ruolo di supervisori sul lavoro svolto dal Cda. Le modifiche proposte dall’autorità sono sulla stessa linea di quanto è contenuto nel ddl Gentiloni, approvato di recente dal Consiglio dei ministri. Nel decreto è previsto che sarà l’autorità a curare la rilevazione dei dati e la loro diffusione. Su questo punto però Calabrò rallenta e afferma che “in questo momento siamo pochi strutturati, sia sul piano finanziario che dal punto di vista del personale, per svolgere questa funzione. Ma i mezzi potranno venire se c’è la volontà di darci questi compiti”

Guarda anche:

Agricoltura 4.0, nel 2023 arriva la svolta

Più energia e meno impatto ambientale, grazie all’intelligenza artificiale in campo agricolo che il progetto europeo Symbiosyst – in cui sono coinvolti 18 partner tra cui per l’Italia l’Enea –...
Agrifood-tech

Agrifood-tech 2022, investiti in Italia 156 milioni

Dalle start up che si occupano di menù digitali a quelle che curano l’approvvigionamento, secondo TheFoodCons nel 2022 almeno 54 operazioni hanno voluto mantenere il Paese al passo con il panorama...

Chi farà il Made in Italy

Cna Federmoda lancia l'allarme: “Presto mancheranno lavoratori per la filiera produttiva del fashion italiano. Intanto lo storico istituto Secoli di Milano apre una nuova sede a Novara su richiesta...