Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content

1 Agosto 2013 | Attualità

Catricala: possibile l’addio al canone Rai

“In Europa si va abbandonando il concetto di canone a favore di un’imposta generale sui media e questo potrebbe servire da faro di orientamento” . Lo ha detto il vice ministro Antonio Catricalà . Ha specificato che dopo la firma del contratto di servizio verrà aperto un tavolo sul canone. Alcuni paesi ‘ ‘hanno optato per una tassa a carico del nucleo familiare e questo va incontro alla convergenza tecnologica perché prescinde dal possesso dell’apparecchio”. ”Il testo del contratto di servizio sarà portato in Vigilanza per ottenere il dovuto parere ai primi di settembre”. Il viceministro ha spiegato che ” il testo è stato trasmesso ieri al direttore generale della Rai che lo porterà in consiglio di amministrazione”. Catricalà ha aggiunto che nella bozza del contratto sono presenti ”norme sulla trasparenza dell’attività Rai, sulla possibilità di consentire la più ampia verifica anche sui costi, sulla non discriminazione all’accesso da parte dei rappresentanti della società civile, sulla puntualità di una maggiore e migliore rendicontazione, sulla chiara riconoscibilità dei programmi di servizio. Nel testo è anche prevista una norma per rispondere alle esigenze di trasparenza sui costi relativi agli stipendi dei dipendenti”.

Guarda anche:

Pompei

La tecnologia entra nella storia di Pompei

Nuove iniziative sperimentali per il recupero di reperti del Parco archeologico di Pompei sono realizzate grazie al digitale e alla robotica e con il contributo di realtà italiane e internazionali....
Eustorgio

A Milano nasce il più grande archivio di documenti storici d’Europa

Il Comune di Milano ha approvato la realizzazione del nuovo impianto di archiviazione all’interno della Cittadella degli archivi di Milano. La ricerca dei documenti è affidata a Eustorgio, un robot...

Alimentari, fiore all’occhiello del Paese, i maggiori rincari nel 2022

Il 2022 si apre con un vero e proprio boom di rincari. Non solo l’ennesimo allarme contagi con la galoppante diffusione della variante Omicron in tutta Europa, ma a complicare la vita degli italiani...