Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

13 Aprile 2007 | Attualità

Continua la crociata della Riaa contro gli studenti

La Riaa (Recording Industry Association of America) ha ridato vigore ai suoi controlli nei campus americani. L’organo che rappresenta le maggiori etichette discografiche ha preso in esame 22 università e rilevato altri 413 casi di violazione, con scambio illegale di musica, da parte degli studenti.  La Riaa, che rappresenta Emi Music, Sony Bmg Music Entertainment, Universal Music e Warner Music, ha fondato il sito P2PLawsuit.com che permette alle parti coinvolte di versare una somma forfettaria per essere scagionate delle accuse. Per giustificare l’azione, la Riaa ha citato un studio del 2006 di Student Monitor secondo il quale “più della metà degli studenti scarica musica e film da internet illegalmente”.

Guarda anche:

Sanremo 2023: al via la 73° edizione del Festival della Canzone Italiana

La 73° edizione del Festival di Sanremo si svolgerà dal 7 all’11 febbraio. Il quarto show targato Amadeus vedrà tra una settimana 28 cantanti in gara (22 big e 6 giovani) in cinque serate, e super...

La medicina può prevedere l’ansia con l’analisi della materia grigia

Secondo lo studio condotto dai ricercatori dell’università di Trento e  pubblicato sulla rivista Sensors la medicina può prevedere l’insorgere dei sintomi e dei disturbi dovuti all’ansia attraverso...

Italiani, navigatori, poeti, turisti e … ospitanti

L’Italia, con 72.869 ingressi, è la prima nazione nella classifica dei turisti esteri in Giordania nel 2022; la classifica redatta dal ministero del Turismo e delle antichità giordano vede al 2° e...