Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

24 Maggio 2007 | Economia

Crescono del 54% le vendite mondiali di televisori a cristalli liquidi

DisplaySearch ha condotto un’analisi sulle vendite di televisori a cristalli liquidi (Lcd) e ha rilevato una crescita mondiale del 54% nel primo trimestre del 2007, rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, per un totale di 13,6 miliardi di dollari di fatturato.  Le vendite dei televisori al plasma hanno visto invece una flessione del 9%, fermandosi a quota 3,6 miliardi.  Il primo produttore della soluzione Lcd è la coreana Samsung con una fetta di mercato del 17,4% . Il secondo posto è occupato dalla giapponese Sony, con una percentuale del mercato del 17,1%, seguita dalla Sharp, 13,8%.  A sostenere la distribuzione dei dispositivi al plasma, figurano Panasonic Matsushita Electric, numero uno con il 27,6% del mercato, Samsung, 17,7% e Lg Electronics con il 17,1%. Gli schermi al plasma si erano imposti sul mercato dei televisori di più di 40 pollici grazie ai loro prezzi competitivi e a una migliore qualità delle immagini ma hanno perso terreno nel momento in cui i fabbricanti di schermi Lcd hanno aumentato ulteriormente la dimensione degli schermi riuscendo a ridurre i costi.

Guarda anche:

Chi farà il Made in Italy

Cna Federmoda lancia l'allarme: “Presto mancheranno lavoratori per la filiera produttiva del fashion italiano. Intanto lo storico istituto Secoli di Milano apre una nuova sede a Novara su richiesta...
Avatar 2

Gli Italiani tornano al cinema e Avatar 2 li conquista

La pellicola di James Cameron è stata la più vista del 2022 nei cinema in Italia, dove è già nella top ten dei migliori incassi di sempre. Sequel del lungometraggio vincitore di tre premi Oscar,...
Le località delle gare indicate sul sito dei Giochi invernali 2026

Olimpiadi Milano – Cortina, per migliorare la rete elettrica servono oltre 200 milioni di euro

Gli interventi saranno realizzati da Terna, la società che realizza e gestisce la rete elettrica nazionale. Previsti oltre 130 km di nuove linee in cavo interrato, per supportare tutte le attività...