Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

27 Novembre 2022 | Ambiente

Da Chicago un premio al palazzo italiano ecosostenibile

Mangia-smog e auto-pulente con acqua piovana, una costruzione in zona Isola a Milano conquista l’Award of Excellence 2022, assegnato dal Council on Tall Buildings and Urban Habitat.

 

Un palazzo italiano conquista il prestigioso Premio di Eccellenza 2022 – categoria Best Tall Building under 100 meters, assegnato dal CTBUH di Chicago. Le architetture selezionate ogni anno dal Council on Tall Buildings and Urban Habitat sono esempi virtuosi di “urbanistica verticale sostenibile”: in questo caso, un progetto milanese ha dimostrato in tal senso numerose virtù, dal recupero di un edificio dismesso da tempo alle proprietà “mangia-smog”, passando per superfici in ceramiche “eco-attive”.

 

Una riqualificazione verticale

Il palazzo premiato si trova nel cuore del quartiere Isola di Milano, appena alle spalle di uno dei punti più moderni del capoluogo lombardo: Porta Nuova. Rimasto per anni incompiuto e abbandonato, De Castillia 23 (dall’indirizzo della costruzione) è ora un esempio di innovazione riconosciuto a livello internazionale, costituito da due corpi di 53 e 15 metri di altezza.

De Castillia 23 by Progetto CRM

De Castillia 23 by Progetto CRM

Fattori vincenti

Elemento chiave della ristrutturazione, condotta da Progetto CMR, è la facciata prismatica con vetrate triangolari composte in rombi: ognuna ha inclinazioni diverse e restituisce effetti di luce differenti a seconda di come viene colpita dal sole.

Per la base della facciata, poi, sono state scelte superfici eco-attive in gres porcellanato, in lastre applicate utilizzando un sistema ventilato con aggancio a vista. Si chiamano Active Surfaces, sono il marchio registrato di un’azienda reggiana e assicurano lunga vita agli edifici e ottime prestazioni in termini di efficienza energetica: una camera d’aria tra parete e rivestimento, infatti, favorisce la ventilazione naturale, che a sua volta rimuove calore e umidità e assicura un elevato comfort interno.

Inoltre, le superfici ceramiche eco-attive in questione possiedono proprietà antibatteriche, antivirali, antinquinamento e anti-odore, e si igienizzano e puliscono facilmente con la semplice acqua piovana. Secondo il Dipartimento di Chimica dell’Università di Milano gli oltre 16mila metri quadrati di lastre installate riescono a compensare ogni anno 59 chili di ossidi di azoto: un beneficio (equivalente a quello di oltre 200mila metri quadri di aree verdi) sia per chi abita il palazzo, sia per chi vive lì attorno. Non è il primo edificio al mondo a meritare l’appellativo di “mangia-smog” ma è uno di quelli maggiormente certificati.

 

Ogni anno una selezione di architettura

L’istituto di ricerca americano, nato nel 1969 per interpretare i rapidi cambiamenti in fatto di progettazione e ingegneria dei grattacieli, seleziona ogni anno – attraverso un’apposita giuria – grattacieli realizzati in ogni parte del mondo secondo requisiti di eccellenza, innovazione e creatività, definendo la short list di quelli che concorrono come finalisti nelle relative categorie dell’Award of Excellence. I progetti sono valutati nella loro complessità, dalla relazione con la scala urbana al loro concept e a come questo viene sviluppato in soluzioni compositive e tecnologiche d’avanguardia.

Il tema della verticalità oggi pone nuovi problemi da affrontare legati in particolare alla sostenibilità e alla lotta contro gli effetti del cambiamento climatico. Gli edifici candidati all’Award of Excellence devono essere caratterizzati da una perfetta armonia tra forma architettonica, struttura e sistemi costruttivi, nell’ambito di una progettazione sostenibile in grado di preservare la qualità dell’ambiente e del paesaggio urbano.

di Daniela Faggion

De Castillia 23 by Progetto CRM - il parco

Guarda anche:

Creazione in MuSkin

MuSkin, come un fungo parassita diventa un abito sostenibile

Un progetto di tesi degli allievi di Modartech Pontedera riporta all’attenzione un brevetto eco di qualche tempo fa, oggi ancora più utile in ottica di una maggiore sostenibilità. Se è vero che le...

Tecnologie dell’idrogeno, Italia ai primi posti per brevetti

L'Italia è fra i primi posti in Europa nei brevetti per la transizione verso l'idrogeno, specie quello 'verde' da fonti non fossili.  Secondo lo studio congiunto condotto dall'Ufficio europeo dei...

Italia: appena trascorso l’anno più caldo della storia

Le temperature registrate nel 2022 sono le più alte da quando sono iniziate le rilevazione nella storia. A gennaio è stata già registrata la giornata più calda di sempre dal 1800, proprio il 1°...