Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

24 Giugno 2014 | Economia

Da MacBook Air a Surface, Microsoft offre buono sconto

Surface Pro 3 è già disponibile nei mercati americano e canadese , mentre bisognerà aspettare sino alla fine di agosto per la sua commercializzazione in Italia. Redmond non ha atteso troppo per promuovere in maniera aggressiva il nuovo sistema, cercando di catturare le attenzioni degli utenti dei prodotti della concorrenza. Microsoft propone ai propri clienti un buono da 650 dollari da utilizzare nello store se si cede in permuta il proprio MacBook Air durante l’acquisto di un nuovo Surface Pro 3. L’offerta è valida fino al 31 luglio in qualsiasi Microsoft Store negli Stati Uniti, in Canada o in Porto Rico e con alcuni modelli dell’ultrabook di Cupertino. L’unità proposta per la permuta non deve aver ricevuto alcun danno fisico o relativo alle funzionalità. Durante l’evento di presentazione, Microsoft ha spesso puntato al paragone fra Surface Pro 3 e MacBook Air, proponendo il nuovo tablet come una migliore alternativa al prodotto concorrente, grazie alle sue funzionalità tipiche di un computer portatile tradizionale all’interno di un form factor di dimensioni ridotte.

Guarda anche:

SOS frantoi. Il paradosso italiano

Unaprol e Coldiretti hanno recentemente presentato l’esclusivo rapporto su “La guerra dell’olio Made in Italy” diffuso all’alba dell’attuale campagna olearia 2022/2023. Ad emergere è un’incognita...

Come vendere tulipani agli olandesi!

Vale 1 miliardo di euro l'export made in Italy di piante fiori e fronde. Nel dettaglio, si tratta di 1.146.762.653 euro, in crescita del 22% rispetto allo stesso periodo del 2020 (erano 937.756.550...

Tornano nei campi italiani miglio e avena grazie al progetto europeo “Re- Cereal”

La coltivazione di avena, miglio e grano saraceno sta nuovamente attirando l'interesse degli agricoltori delle regioni alpine di Austria e Italia. Una notizia a beneficio dei 233.000 ciliaci ad oggi...