Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

9 Settembre 2008 | Attualità

Da stasera Floris ricomincia a ballare

Torna stasera, con qualche settimana d’anticipo rispetto al solito, per il settimo anno consecutivo su Raitre, Ballarò di Giovanni Floris, forte dei suoi 4 milioni di spettatori e del 15% di share. Il primo confronto che segnerà il debutto della nuova stagione del programma è quello fra D’Alema e Tremonti con annesso sondaggio su ciò che pensano gli italiani del governo e dell’opposizione. Poi Alitalia, caro mutui, prezzi in ascesa, salari in discesa, affanni degli italiani. Gli autori, insieme a Giovanni Floris , sono Lello Fabiani e Stefano Tomassini , con la collaborazione di Federico Geremicca . Il programma, in onda dallo studio Teulada 2 di Roma, sarà anche quest’anno aperto dalla copertina satirica di Maurizio Crozza, mentre prosegue, fino al giorno delle elezioni presidenziali Usa, il Viaggio in America di Andrea Salvadore, che documenta gli aspetti più interessanti e curiosi della campagna elettorale americana. “Saremo fedeli a noi stessi e alla formula di un programma che parla di politica intesa come la ricerca di soluzioni per i cittadini e che ha un finale aperto ogni puntata. In questa edizione ci sarà la sorpresa di alcuni appuntamenti speciali monografici – spiega il conduttore Giovanni Floris -, a partire da quello dedicato alla Thyssen in occasione dell’anniversario della tragedia”.  

Guarda anche:

Treno del Foliage, un viaggio tra i colori dell’autunno

Dal 15 ottobre al 6 novembre sarà possibile vivere un piacevole viaggio tra i colori dell’autunno lungo 52 km, da Domodossola a Locarno.  La tratta percorsa dal Treno del Foliage è stata inserita...

Le elezioni italiane viste dall’estero

La vittoria di Giorgia Meloni alla guida di Fratelli d’Italia è stata commentata dai principali quotidiani internazionali. La vittoria della coalizione di centro destra guidata da Fratelli d’Italia...

I robot amici dell’uomo. La ricerca è italiana

Sono robot collaborativi, nati per aiutare i chirurghi a “sentire” gli organi durante un’operazione anche a migliaia di chilometri di distanza, progettati per sollevare delicatamente anziani o malati allettati, per fare pulizie in casa, per lavorare nelle fabbriche, con compiti più rischiosi, riducendo le possibilità di infortuni.