Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content

16 Maggio 2021 | Economia

Decine di parlamentari sono assenteisti cronici. Tanti quelli scrupolosi

Parlamentari scrupolosi quelli italiani con l’eccezione di una folta flotta di assenteisti. I dati della XVIII legislatura, quella in corso, sono stati elaborati dal sito specializzato nel monitoraggio parlamentare Openpolis.

Dati che ci rivelano l’assenteismo medio dalle votazioni nelle due camere che risulta contenuto nel 14%. Cioè mediamente ogni parlamentare di Camera e Senato partecipa all’86% delle votazioni in aula che sono state 14.827 dal marzo 2018 data di inizio della legislatura (8.432 alla Camera e 6.485 al Senato).
Tra lo 0 e il 25% di assenteismo si collocano la maggioranza dei parlamentari ma sono 146 quelli che hanno saltato più di un quarto delle votazioni. 116 parlamentari hanno una percentuale di assenza alle votazioni compresa tra il 25,1% e il 50%, mentre 30 parlamentari sono stati assenti tra il 50% ed il 100%.

I deputati più assenteisti sono riportati nel grafico di Openpolis che vi propiniamo. Sul sito trovate anche l’elenco dei senatori e altri dati sul tema. I parlamentari in missione non sono considerati assenti.

Guarda anche:

Climatariani e nuove tendenze sulla tavola degli italiani

La pandemia ha colorato di “verde” la tavola degli italiani, tanto che 1 italiano su 6 dichiara di adeguare il proprio regime alimentare per ridurre l'impatto ambientale.   E’ quanto emerge dal...

Export agroalimentare italiano verso il record storico

L'alimentare italiano registrerà il primato storico nelle esportazioni raggiungendo quota 52 miliardi, mai registrato prima nella storia dell'Italia, se la tendenza di aumento del 13% sarà...

Ue, primo sì al Prosek. Italia unita nella protesta

La Commissione Europea dà il via libera la domanda della Croazia per il riconoscimento di indicazione geografica protetta del vino croato. Forti contestazioni da più parti in difesa del Prosecco...