Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

8 Aprile 2013 | Economia

Dell, la privatizzazione è ancora lontana

Carl Icahn sta dando seguito alla propria  missione per prendere parte al futuro di Dell o per riuscire, almeno, a realizzare un qualche profitto dallo sforzo della compagnia per l’ uscita dalla Borsa. Ichan non ha ancora accantonato la possibilità di ricorrere a una battaglia delle deleghe per convincere Dell a pagare un dividendo più ampio agli azionisti, nonostante il consiglio di amministrazione abbia avanzato la richiesta di terminare le azioni di minaccia e presentare un’offerta formale. In un’intervista con il Wall Street Journal , Icahn ha confermato che ha in mente varie alternative per la compagnia, inclusa una proposta di dividendo. Icahn ha presentato un’offerta iniziale per l’acquisto del 58% della compagnia, dichiarando nel corso dell’intervista: “N on importa quanto vogliono pagare per rimborsarmi, io non voglio abbandonare il diritto di avanzare un’offerta che penso possa essere soddisfacente per gli azionisti, anche se non gradita al consiglio “. L’accordo di privatizzazione attualmente sul tavolo richiede che la maggioranza degli azionisti voti a favore della proposta. 

Guarda anche:

Sanremo_vincitori

Festival di Sanremo: sono solo canzonette (?)

A giudicare dai dati diffusi da una ricerca di EY la risposta parrebbe essere no e anche se lo fossero, l’impatto economico è assai elevato: 205 milioni di euro, di cui 77 di valore aggiunto...
Italia ultima per merito in Europa - ph. Marzena7

Italia ultima in Europa per Merito

Secondo il Forum della Meritocrazia questa situazione incide sul calo dell'economia, che in quasi 30 anni ha perso 26 punti percentuali Non basta mettere la parola "merito" nel nome di un ministero...

Città e luoghi d’arte trainano il turismo in Italia anche nel 1° trimestre 2024

L'Osservatorio Turismo Confcommercio-Swg prevede per il primo trimestre 2024 oltre venti milioni di partenze tra gennaio e marzo. Preferiti i soggiorni brevi e le città d’arte. Dopo la ripresa...