Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

12 Marzo 2013 | Attualità

Downey Jr. dimentica gli eccessi del passato

Un tempo era uno scavezzacollo, dedito ad alcol e droghe assortite, ma ora Robert Downey Jr. , tra i più popolari attori di Hollywood, fa mea culpa e ammette di preferire una vita sobria e tranquilla. “Girava molta marijuana. Mio padre mi passò il primo spinello quando avevo otto anni – ha rivelato in una recente intervista a Max – . Ci facevamo insieme, era il suo modo per volermi bene, per dimostrarmi amore nell’unica maniera che conosceva” . Dopo anni di dipendenze però, l’attore dice di essere cambiato : “Ho capito di avere sbagliato, ora son un altro”. La sua carriera sembra averne beneficiato : dopo i successi degli anni ‘90, velati di ombre, Downey Jr. ha trovato la popolarità definitiva con la serie di Sherlock Holmes: “Oggi sono orgoglioso di riuscire a mantenere i miei impegni, non solo nei confronti di amici e famiglia, ma anche con il pubblico. Dopo una vita passata a essere inaffidabile ho scoperto quanto sia bello portare a termine un progetto, un’idea, una promessa. La disciplina è una forma di rispetto nei confronti della vita” .

Guarda anche:

Movie Icons Mole - courtesy of Ufficio Stampa

Al Museo del cinema di Torino 120 memorabilia di Hollywood

Con Movie Icons, fino al 13 gennaio 2025, alla Mole Antonelliana esposti alcuni oggetti di scena originali come la piuma di Forrest Gump, la bacchetta di Harry Potter, il casco degli Stormtrooper e...

Dal 2026 in Italia ci sarà la “Capitale italiana dell’arte contemporanea”

L’iniziativa nasce nell’ottica di valorizzare realtà territoriali decentralizzate attraverso l’arte contemporanea. C’è tempo fino al 30 giugno 2024 per presentare i progetti e le candidature. Nel...
Benigni e Troisi - ufficio stampa BFF

Non ci resta che piangere 40 anni dopo

Il mitico film con Benigni e Troisi viene celebrato al Bardolino Film Festival, che ha in giuria l'attrice protagonista Iris Peynado "Non ci resta che piangere" è uno di quei film che "più italiani...