Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

19 Giugno 2024 | Attualità

È in Italia la città in cui si mangia meglio al mondo

Ad affermarlo è una ricerca fatta dalla rivista Time Out che ha eletto Napoli, con la sua pizza Margherita, vincitrice fra 20 città del mondo. Al secondo posto Johannesburg e al terzo Lima.

Per conoscere davvero una città bisogna assaggiare i suoi piatti tipici. A partire da questo presupposto, la rivista di viaggi statunitense Time Out ha realizzato una nuova indagine fra migliaia di cittadini di vari luoghi nel mondo per individuare quelli in cui si mangia meglio. Il criterio? Le possibilità di scelta, fra cibo di buona qualità e prezzi ragionevoli. Napoli, unica città italiana, ha guadagnato il primo gradino del podio con la regina della cucina del nostro Paese, la pizza Margherita.

Il metodo d’indagine

Superato il primo step di indagine fra gli abitanti delle diverse città, per creare e classificare l’elenco finale Time Out ha ristretto la selezione escludendo le città con punteggi complessivi più bassi e includendo solo la città con il punteggio più alto per ciascun Paese. In una seconda fase, la rete globale di redattori e scrittori di Time Out ha fornito tutte le informazioni su ciò che rende la propria città un’entusiasmante destinazione gastronomica nel 2024 e di consigliare i posti preferiti dove mangiare in questo momento.

Il primo posto di Napoli

Non solo la più buona, ma anche la più conveniente dove mangiare fuori. Napoli si è aggiudicata questo riconoscimento per il pasto più sfizioso e amato d’Italia. La pizza nacque nella città partenopea nel diciannovesimo secolo come pietanza veloce ed economica per le classi lavoratrici in particolare. Una fetta di pizza da asporto, piegata a portafoglio, oggi costa circa 1 euro al pezzo.

La cucina napoletana celebra la diversità, la semplicità e il connubio tra terra, mare e storia“, afferma la scrittrice napoletana Gabriela Proietti. ‘Questa ricca cultura del cibo può essere trovata ovunque in città: è nei piatti bollenti di pasta alla genovese e ragù napoletano, l’euforia mattutina di zucchero dalla sfogliatella ripiena di ricotta o dal babà imbevuto di rum, una passeggiata nel cinquecentesco Mercato della Pignasecca”.

Le altre città in classifica

Sul podio, dopo Napoli, troviamo Johannesburg con il tradizionale Kota sandwich sudafricano e poi Lima che viene definita non solo la capitale culinaria del Perù ma di tutto il Sudamerica. Qui il piatto più “votato” è il ceviche agrumato.

La classifica prosegue con una selezione di 20 città. Tra le prime dieci troviamo Ho Chi Minh, Pechino, Bangkok, Kuala Lumpur, Mumbai, Dubai e Portland dove il piatto più apprezzato è risultato essere una fetta di pizza messicana, condita con ingredienti tipici tacos).

L’elenco completo si legge qui.

Valentina Colombo

Guarda anche:

Agli indiani piace sempre di più l’Italia, Milano in testa

Nell’arco di undici anni sono più che triplicate le presenze dei turisti dall’India nelle strutture italiane. Malpensa è lo scalo italiano più gettonato. Tra le mete preferite, le città d’arte....
Fast Boy e Raf

Seconda giovinezza per Self Control di Raf 

A quarant'anni dal lancio il suo refrain entra in Wave, collaborazione del cantante italiano con il duo tedesco Fast Boy Si intitola WAVE il singolo nato dalla collaborazione tra il duo...

Il maritozzo romano alla conquista di Londra

Il tipico dolce da colazione sta diventando molto popolare nella City dove la catena di caffetterie Caffè Nero lo ha aggiunto nel nuovo menu.  “Nessuno ci batte sulla cultura gastronomica”. Lo ha...