Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content

10 Aprile 2013 | Attualità

E’ ufficiale, la Rai rinuncia a Miss Italia

Ormai è certo: Miss Italia a settembre non andrà in onda. A meno di colpi di scena, la  Rai avrebbe deciso di rinunciare alle due serate evento in cui doveva essere eletta la più bella d’Italia del 2013. L’ esborso economico dello storico concorso di bellezza avrebbero tolto dalle casse Rai troppi euro, sufficienti, si dice, per coprire la produzione dello show del sabato sera. In più le due serate sarebbero state trasmesse a inizio settembre, fuori della prima fascia di garanzia, quella più ambita dai pubblicitari, con un bacino di audience più basso. Insomma, il gioco non vale la candela. Nelle ultime stagioni, poi, gli ascolti sono scesi nettamente nonostante i tentativi di rinnovare la formula , proponendone diverse che sulla carta avrebbero potuto interessate maggiormente i telespettatori.  E così la patron del concorso, Patrizia Mirigliani , si ritroverebbe con una brutta gatta da pelare. Senza tv, ma con accordi di sponsorizzazione già presi dalla sua società che in caso negativo si vedrebbe costretta a non potere onorare fino in fondo i contratti stipulati, con danni sia economici che d’immagine. A breve dovrebbe esserci un incontro con la Rai per cercare una sorta di compromesso, magari una sola serata, con un format del tutto diverso. 

Guarda anche:

Pompei

La tecnologia entra nella storia di Pompei

Nuove iniziative sperimentali per il recupero di reperti del Parco archeologico di Pompei sono realizzate grazie al digitale e alla robotica e con il contributo di realtà italiane e internazionali....
Eustorgio

A Milano nasce il più grande archivio di documenti storici d’Europa

Il Comune di Milano ha approvato la realizzazione del nuovo impianto di archiviazione all’interno della Cittadella degli archivi di Milano. La ricerca dei documenti è affidata a Eustorgio, un robot...

Alimentari, fiore all’occhiello del Paese, i maggiori rincari nel 2022

Il 2022 si apre con un vero e proprio boom di rincari. Non solo l’ennesimo allarme contagi con la galoppante diffusione della variante Omicron in tutta Europa, ma a complicare la vita degli italiani...