Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

16 Aprile 2009 | Economia

eBay offre 1,2 miliardi di dollari per Gmarket

Il sito di aste online eBay ha fatto un’offerta di 1,2 miliardi di dollari per l’acquisto di Gmarket , la società leader dell’e-commerce in Sud Corea. Secondo fonti statunitensi legate al mondo dei negozi online, eBay si sarebbe aggiudicata il 67% delle quote Gmarket, acquisendo parte delle azioni da altri colossi della rete come Yahoo! e Interpark. Quest’ultimo ha dichiarato che venderà la sua partecipazione in Gmarket per 350 milioni di dollari, mentre il portale web cederà il suo 10% per una cifra intorno ai 120 milioni. Gmarket è un concorrente diretto dell’unità sudcoreana di eBay, Internet Auction. La società d’aste telematiche statunitense ha dichiarato di voler differenziare la sua offerta con l’acquisto di Gmarket, che rimarrebbe focalizzato sulla moda e l’oggettistica, mentre Internet Auction proporrebbe articoli sportivi ed elettronici. eBay, in questo modo, controllerebbe l’87% del mercato customer-to-customer della Corea del Sud, e oltre il 30% delle vendite online dell’area. L’accordo dovrebbe essere ratificato entro la fine di questo trimestre.

Guarda anche:

SOS frantoi. Il paradosso italiano

Unaprol e Coldiretti hanno recentemente presentato l’esclusivo rapporto su “La guerra dell’olio Made in Italy” diffuso all’alba dell’attuale campagna olearia 2022/2023. Ad emergere è un’incognita...

Come vendere tulipani agli olandesi!

Vale 1 miliardo di euro l'export made in Italy di piante fiori e fronde. Nel dettaglio, si tratta di 1.146.762.653 euro, in crescita del 22% rispetto allo stesso periodo del 2020 (erano 937.756.550...

Tornano nei campi italiani miglio e avena grazie al progetto europeo “Re- Cereal”

La coltivazione di avena, miglio e grano saraceno sta nuovamente attirando l'interesse degli agricoltori delle regioni alpine di Austria e Italia. Una notizia a beneficio dei 233.000 ciliaci ad oggi...