Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

6 Maggio 2008 | Attualità

Europa 7, davanti avvocatura di stato chiede 3 miliardi

Si è concluso oggi il dibattimento del Consiglio di Stato sulla vicenda Europa 7  l’emittente televisiva che chiede dallo Stato l’assegnazione di frequenze tv o in subordine il pagamento di 3 miliardi di danni, perché assegnataria nel ’99 di una delle concessioni nazionali. La sentenza arriverà prima dell’estate. L’avvocatura dello Stato ha ribadito la sua posizione contraria a tutte le richieste avanzate da Europa 7: la richiesta di assegnazione delle frequenze e quella del risarcimento danni da parte dello Stato. “La nostra posizione è quella di difesa della pubblica amministrazione da un danno erariale – ha spiegato l’avvocato dello Stato, Maurizio Di Carlo, al termine dell’udienza – la nostra è una difesa tecnica che è stata coerente durante tutto il procedimento e tendente, appunto, ad evitare danni per le casse dello Stato”. L’avvocato afferma di “non avere notizie” di una lettera del ministero delle Comunicazioni, inviata a metà aprile, con la quale il dicastero dava indicazioni sul comportamento che l’avvocatura avrebbe dovuto tenere davanti al Consiglio di Stato. “Questo tipo di lettere – ha detto Di Carlo – non arrivano agli avvocati titolari delle singole cause, ma all’ufficio dell’avvocato generale dello Stato. Io non ho avuto notizie di un tale documento”. Il ministero delle Comunicazioni aveva reso noto con una nota questa mattina di aver scritto all’avvocatura generale dello Stato di non contrastare i diritti di Europa 7.

Guarda anche:

A Torino le navette viaggiano da sole

Il progetto pilota ha lo scopo di offrire, per la prima volta in una città italiana, un trasporto pubblico flessibile lungo un percorso sperimentale di circa 2 km. Il processo sarà ufficializzato...

Dart contro l’asteroide:  arrivano le immagini dal mini-satellite tutto made in Italy 

E’ la prima volta che il genere umano modifica lo stato orbitale di un corpo celeste. A fotografare questa unicità nella storia dello spazio è stato uno strumento realizzato da una squadra di...

l gran rifiuto dell’Italia

Da uno studio statistico pubblicato da Eurostat, dal 2004 al 2020 la quantità di rifiuti riciclati è aumentata in modo significativo: da 870 milioni di tonnellate nel 2004 ai 1.221 milioni di...