Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

16 Marzo 2006 | Economia

GATES IRONIZZA SU COMPUTER A 100 DOLLARI E IL BRASILE CI CREDE E INVESTE

Il numero uno di Microsoft non ha risparmiato dichiarazioni sarcastiche sul progetto ‘One laptop per child’ ideato da Nicholas Negroponte del Mit di Boston. L’iniziativa mira a realizzare computer al costo di 100 dollari per portare nelle scuole del Sud del mondo le tecnologie informatiche. Bill Gates, nel corso di una conferenza di Microsoft, ha dichiarato che se si vuole che la gente condivida un computer bisogna offrire una connessione broadband, un supporto e un computer “decente dove puoi effettivamente leggere un testo e non stare lì a far girare la manovella mentre cerchi di scrivere sulla tastiera”. Al progetto ‘One laptop per child’ ha aderito Google, rivale di Microsoft in molti campi. E c’è invece chi crede in questa iniziativa. Il Brasile ha aderito al progetto e acquisterà un milione di pc da 100 dollari. Il primo lotto sarà realizzato con il contributo brasiliano e prevede la produzione di 5-10 milioni di pc a basso costo. La distribuzione, che inizierà dal 2007, sarà realizzata dalla taiwanese Quanta.

Guarda anche:

Venduto l’ex scalo ferroviario di Porta Romana a Milano, ospiterà il Villaggio Olimpico

L’ex scalo ferroviario milanese di Porta Romana è stato venduto per 180 milioni di euro da FS Sistemi Urbani, società capofila del Polo Urbano del Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane. A comprarlo...

Natale al buio

Da nord a sud in Italia la magia del Natale è a rischio. I sindaci delle grandi metropoli e dei piccoli borghi sono alle prese con “l’operazione luminarie”. Per far quadrare i conti, contrastare il...

Firenze vera capitale mondiale per il restauro, la ricerca, l’innovazione e l’alta formazione

Durante il convegno ‘E-RIHS nella sua futura sede: patrimonio culturale, ricerca e rigenerazione urbana’, svoltosi presso Manifattura Tabacchi martedì 11 ottobre, è stato illustrato il progetto per la ri-funzionalizzazione degli spazi che ospiteranno la sede di E-RIHS, frutto dell’accordo tra CNR e Fondazione CR Firenze. Ricercatori, studiosi, professionisti avranno accesso aperto ed integrato alle tecnologie più all’avanguardia per la conoscenza e la conservazione del patrimonio culturale grazie alla ‘European Research Infrastructure for Heritage Science (E-RIHS)’, coordinata dal CNR.