Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

17 Aprile 2009 | Attualità

Germania: provider internet contro pedopornografia

I principali provider internet della Germania si sono accordati con la polizia tedesca per un’azione concreta di lotta contro la pedopornografia online. L’accordo porterà alla chiusura di oltre 1.000 siti web da parte degli operatori Deutsche Telekom, Vodafone-Arcor, Alice-Hansenet, Kabel Deutschland e Telefonica-O2. Verrà inoltre creata una lista nera dei domini di rete irresponsabili in materia. L’iniziativa, promossa dal ministro delle Politiche familiari, Ursula von der Leyen (Cdu), punta ad arginare un fenomeno in ascesa, che ogni giorno richiama utenti nazionali e internazionali, alimentando migliaia di siti illegali. Secondo la polizia, in Germania è oggi possibile accedere in maniera diretta al 75% degli spazi internet tedeschi che propongono contenuti pedopornografici. L’accordo tra governo e compagnie telefoniche fa comunque discutere, soprattutto per le difficoltà tecniche da affrontare per renderlo effettivamente operativo. Il servizio scientifico del Parlamento ha manifestato perplessità rispetto all’efficacia dell’emendamento, poiché utenti ed operatori potranno sempre rivolgersi ad altri provider internazionali. La legge specifica sulla materia dovrebbe essere discussa dal consiglio dei ministri tedesco la prossima settimana, per poi passare al vaglio parlamentare.

Guarda anche:

Treno del Foliage, un viaggio tra i colori dell’autunno

Dal 15 ottobre al 6 novembre sarà possibile vivere un piacevole viaggio tra i colori dell’autunno lungo 52 km, da Domodossola a Locarno.  La tratta percorsa dal Treno del Foliage è stata inserita...

Le elezioni italiane viste dall’estero

La vittoria di Giorgia Meloni alla guida di Fratelli d’Italia è stata commentata dai principali quotidiani internazionali. La vittoria della coalizione di centro destra guidata da Fratelli d’Italia...

I robot amici dell’uomo. La ricerca è italiana

Sono robot collaborativi, nati per aiutare i chirurghi a “sentire” gli organi durante un’operazione anche a migliaia di chilometri di distanza, progettati per sollevare delicatamente anziani o malati allettati, per fare pulizie in casa, per lavorare nelle fabbriche, con compiti più rischiosi, riducendo le possibilità di infortuni.