Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

23 Novembre 2010 | Economia

Google, adv da piccolo schermo tricolore

Google torna in tv. Dopo la vetrina planetaria del Superbowl americano, in cui l’azienda di Mountain View aveva presentato un proprio spot esclusivo, ecco che BigG sceglie l’Italia per un’altra sortita da piccolo schermo. Comincia stasera, durante X Factor su Rai 2 , la campagna italiana legata al servizio Search Stories, la che permette a tutti gli utenti di realizzare video con storie basate sulla ricerca attraverso un semplice strumento che sarà caricato sul canale Youtube.it/cosacerchioggi. Quello della Rai è il primo passaggio televisivo, mentre la campagna continuerà nei prossimi giorni su altre tv , oltre che in rete. L’iniziativa vuole sensibilizzare il numero più alto di utenti possibile al web. “ Abbiamo visto segnali incoraggianti e abbiamo pensato questa iniziativa proprio per avvicinare ulteriormente una fascia di utenti non abituali a internet – dice Alessandro Antiga, country marketing manager di Google Italy -. Per farlo abbiamo scelto un’iniziativa di engagement che si basa su uno strumento di grande facilità d’uso e viene promossa attraverso una campagna che utilizza un linguaggio non tecnico e combina mezzi online e offline”

Guarda anche:

SOS frantoi. Il paradosso italiano

Unaprol e Coldiretti hanno recentemente presentato l’esclusivo rapporto su “La guerra dell’olio Made in Italy” diffuso all’alba dell’attuale campagna olearia 2022/2023. Ad emergere è un’incognita...

Come vendere tulipani agli olandesi!

Vale 1 miliardo di euro l'export made in Italy di piante fiori e fronde. Nel dettaglio, si tratta di 1.146.762.653 euro, in crescita del 22% rispetto allo stesso periodo del 2020 (erano 937.756.550...

Tornano nei campi italiani miglio e avena grazie al progetto europeo “Re- Cereal”

La coltivazione di avena, miglio e grano saraceno sta nuovamente attirando l'interesse degli agricoltori delle regioni alpine di Austria e Italia. Una notizia a beneficio dei 233.000 ciliaci ad oggi...