Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

5 Aprile 2007 | Economia

Google paga stipendi da paperoni

Nel 2006 Google ha pagato, per il terzo anno consecutivo, uno stipendio di un miliardo di dollari a ciascuno dei suoi tre principali top manager. E’ quanto si deduce dal bilancio provvisorio della società. I tre fortunati sono i co-fondatori Larry Page e Sergey Brin e l’amministratore delegato Eric Schmidt, che insieme detengono due terzi dei diritti di voto della compagnia, la cui capitalizzazione di borsa ammonta a 150 miliardi di dollari. Inoltre va ricordato che i tre manager nel secondo trimestre del 2004, mentre era in corso l’Ipo del gruppo, hanno chiesto loro stessi alla società di tagliare i loro stipendi a un miliardo di dollari, dopo che quello stesso spettacolare debutto in borsa li aveva resi miliardari. Attualmente Page detiene 29,2 miliardi di dollari di azioni, pari al 28,2% dei diritti di voto, Brin ha azioni per 28,6 miliardi di dollari, pari al 27,7% dei diritti di voto e Schmidt è in possesso di titoli Google per 10,7 miliardi di dollari, pari al 10,3%.

Guarda anche:

Avatar 2

Gli Italiani tornano al cinema e Avatar 2 li conquista

La pellicola di James Cameron è stata la più vista del 2022 nei cinema in Italia, dove è già nella top ten dei migliori incassi di sempre. Sequel del lungometraggio vincitore di tre premi Oscar,...
Le località delle gare indicate sul sito dei Giochi invernali 2026

Olimpiadi Milano – Cortina, per migliorare la rete elettrica servono oltre 200 milioni di euro

Gli interventi saranno realizzati da Terna, la società che realizza e gestisce la rete elettrica nazionale. Previsti oltre 130 km di nuove linee in cavo interrato, per supportare tutte le attività...
Un modello Poldo Dog Couture

Debutta Pitti Pets, gli animali da compagnia vestono il lusso

All'appuntamento fiorentino con la moda uomo è stato affiancato il primo "happening" di brand che producono prodotti raffinati per cani. Il cane, si sa, in qualche modo assomiglia al padrone. E i...