Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

26 Settembre 2008 | Attualità

Granbassi ad Annozero: Cossiga la chiama velina. Duplice problema: è Carabiniere e donna

                                  Chi sperava che la vicenda si fosse conclusa con il (timido) debutto della fiorettista Margheria Granbassi ad Annozero è rimasto deluso. La questione, che ha monopolizzato l’attenzione dei media durante la scorsa settimana e ha regalato al furbo Santoro un debutto stagionale da oltre quattro milioni di spettatori, è tutt’altro che risolta. Dopo La Russa e l’Arma dei Carabinieri è spuntato questa mattina anche Francesco Cossiga a dire la sua sulla questione relativa all’erede di Beatrice Borromeo. L’ex Capo di Stato se la prende con Margherita Granbassi e, in particolare, con il suo ” indecoroso abbigliamento ” sfoggiato nella puntata di ieri di Annozero. E chiede allora a Berlusconi, La Russa e Maroni ” la loro opinione sulla stupefacente e scandalosa, e in un indecoroso abbigliamento, partecipazione del maresciallo dei Carabinieri in servizio permanente Margherita Granbassi, nella veste di collaboratrice in video, retribuita con regolare contratto e anche in forma di ‘velina’, alla trasmissione dello talk-show politico “. Cossiga, nell’interpellanza, ha chiesto anche se non si ritenga ” incompatibile questa partecipazione con i doveri di un appartenente all’Arma ” e se questa non sia ” g ravemente offensiva del prestigio professionale e morale dell’Arma stessa , ed in particolare d i quei carabinieri, donne e uomini, che adempiono il loro rischioso dovere in teatri d’operazione esteri e anche in zone sensibili e ad alto rischio del nostro Paese “. L’attacco alla Granbassi tira in mezzo anche l’oltraggio che avrebbe arrecato alla ” memoria di quei carabinieri che in Italia e all’Estero, a iniziare da Nassiriya, sono caduti nell’adempimento del loro dovere, nonché per il dolore delle loro famiglie “. Sottolineando che l’interpellanza ” ha carattere d’urgenza “, Cossiga chiede infine di sapere ” quale autorità dell’Arma abbia autorizzato il maresciallo Granbassi ad assumere questi impegni contrattuali e a partecipare a detta trasmissione e quale eventualmente sia stata l’autorità politica e perché abbia ordinato all’autorità militare dell’Arma la concessione di questa abnorme autorizzazione ” e ” quali provvedimenti si intendano sollecitamente adottare a tutela del prestigio dell’Arma dei Carabinieri, pilastro fondamentale del sistema nazionale di difesa e di sicurezza militare del nostro Paese “. Tutto questo per un vestito a collo alto, senza maniche questo si, e un paio di domande in studio. Trucco non troppo accentuato e una bellezza di cui non le si può certo fare una colpa.  Mentre il suo collega, parlando di sport e Olimpiadi, Filippo Magnini calca indisturbato le scene di Raidue, Arma o non Arma viene da chiedersi se tutto questo polverone abbia a che fare con il sesso (femminile) della sua protagonista. Tenendo conto che anche che lo schermidore Aldo Montano, nell’Arma dei Carabieri dal 1995, ha partecipato a un reality-show ( La Fattoria ) senza che nessuno, fatta eccezione per le sue entusiaste fan, battesse ciglio.  

Guarda anche:

Treno del Foliage, un viaggio tra i colori dell’autunno

Dal 15 ottobre al 6 novembre sarà possibile vivere un piacevole viaggio tra i colori dell’autunno lungo 52 km, da Domodossola a Locarno.  La tratta percorsa dal Treno del Foliage è stata inserita...

Le elezioni italiane viste dall’estero

La vittoria di Giorgia Meloni alla guida di Fratelli d’Italia è stata commentata dai principali quotidiani internazionali. La vittoria della coalizione di centro destra guidata da Fratelli d’Italia...

I robot amici dell’uomo. La ricerca è italiana

Sono robot collaborativi, nati per aiutare i chirurghi a “sentire” gli organi durante un’operazione anche a migliaia di chilometri di distanza, progettati per sollevare delicatamente anziani o malati allettati, per fare pulizie in casa, per lavorare nelle fabbriche, con compiti più rischiosi, riducendo le possibilità di infortuni.