Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content

15 Marzo 2013 | Attualità

Hawaii Five-O, il colpevole lo si decide via Twitter

Indica il colpevole: questo l’invito rivolto ai telespettatori di Hawaii Five-O in occasione della puntata L’isola proibita in onda lunedì 18 marzo su Rai 2, all’interno di una speciale prima serata tutta dedicata alla serie statunitense. La squadra di Hawaii Five-O sarà impegnata nelle indagini sulla morte di un professore della O’ahu State University: i tre sospettati sono il preside, un assistente e uno studente. Dopo che tutti e tre avranno esposto le loro motivazioni nell’arco della puntata, il pubblico potrà scegliere il colpevole, mandando un tweet con l’hashtag del colpevole che si vuole votare : #ilPreside #LoStudente #Lassistente Durante la messa in onda il personaggio più votato determinerà il finale della puntata. L’iniziativa si è svolta con successo negli Stati Uniti d’America lo scorso 14 gennaio, quando sulla Cbs è andato in onda l’episodio. La cosa curiosa è che, a causa della differenza di fuso orario tra East e West Coast, i finali per la puntata di Hawaii Five-O sono stati diversi nelle diverse zone del continente americano.

Guarda anche:

Pompei

La tecnologia entra nella storia di Pompei

Nuove iniziative sperimentali per il recupero di reperti del Parco archeologico di Pompei sono realizzate grazie al digitale e alla robotica e con il contributo di realtà italiane e internazionali....
Eustorgio

A Milano nasce il più grande archivio di documenti storici d’Europa

Il Comune di Milano ha approvato la realizzazione del nuovo impianto di archiviazione all’interno della Cittadella degli archivi di Milano. La ricerca dei documenti è affidata a Eustorgio, un robot...

Alimentari, fiore all’occhiello del Paese, i maggiori rincari nel 2022

Il 2022 si apre con un vero e proprio boom di rincari. Non solo l’ennesimo allarme contagi con la galoppante diffusione della variante Omicron in tutta Europa, ma a complicare la vita degli italiani...