Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content

14 Novembre 2007 | Attualità

Hollywood va incontro a un’inevitabile crisi

Il mondo del cinema sta andando incontro a un periodo di crisi, non dovuto semplicemente allo sciopero a oltranza organizzato da autori e sceneggiatori. Il problema in questione è stato sollevato dalla divisione statunitense, Global Media Intelligence (Gmi), dell’istituto di ricerca britannico Screen Digest, che ha sottolineato che il fatturato delle pellicole prodotte dagli studios di Hollywwod ha visto una flessione di 1,9 miliardi di dollari . La crisi arriva dopo cinque anni di risultati positivi, partiti da un profitto di 2,2 miliardi ottenuto nel 2004. Il tallone d’Achille del complesso meccanismo di produzione che precede il lancio di una pellicola sembrano essere gli ingaggi degli attori, dei direttori e dei produttori .  Questi costi nel solo 2006 hanno tolto alle casse del cinema statunitense 3 miliardi , circa il doppio di cinque anni prima. La ricerca sottolinea che i boxoffice non stanno subendo la situazione, ma che le entrate ai botteghini non bastano per supplire i costi di produzione .  Le entrate derivanti dalla vendita di dvd, elemento che ha scatenato in parte lo sciopero di autori e sceneggiatori, hanno visto un rialzo del 75% dal 1999 al 2004, ma stanno progressivamente diminuendo negli ultimi tre anni. Il mercato Usa dei dvd ha visto una flessione del 12,5% nella prima metà del 2007 , rispetto all’anno precedente.

Guarda anche:

Donne e over 65 i bevitori italiani di vino nell’analisi post pandemia

Uno studio dell’agenzia Wine Intelligence traccia il profilo post pandemia del consumatore italiano del vino.  La pandemia ha modificato il profilo del consumatore italiano di vino che è sempre più...

Approvato il Super Green Pass, nuove regole dal 6 dicembre

Obbligo vaccinale e terza dose, estensione dell'obbligo del vaccino a nuove categorie, istituzione del Super Green pass a partire dal 6 dicembre e rafforzamento dei controlli e campagne promozionali...

Il fondo statunitense KKR presenta un’offerta per TIM sul 100% delle azioni

Il fondo statunitense KKR ha presentato un’offerta per acquisire il 100% delle azioni di Tim. Il socio di maggioranza dell’azienda di telecomunicazioni è Vivendi, società francese guidata da Vincent...