Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

5 Luglio 2024 | Ambiente, Attualità

I cinghiali non aiutano l’Italia

Cresce il numero di ungulati selvatici, che devastano le colture, rovinano i terreni e talvolta creano pericoli agli automobilisti

In Italia ci sarebbero 2,3 milioni di cinghiali liberi e molti di essi finiscono per arrecare danni a campi, boschi e strade. La denuncia arriva da Coldiretti, che ha portato in piazza migliaia di agricoltori da Nord a Sud per protestare contro i ritardi nei piani regionali di contenimento. Colpiti direttamente nella loro attività quotidiana, i lavoratori della terra hanno chiesto un intervento immediato per contenere una popolazione selvatica ormai fuori controllo.

Eppure il Piano straordinario varato lo scorso anno per la gestione e il contenimento della fauna selvatica incontrollata dispone già di un decreto ministeriale per la sua attuazione. Nei piani delle Regioni è previsto il coinvolgimento attivo di proprietari e conduttori dei fondi muniti di licenza per l’esercizio venatorio e la costituzione di un corpo di Guardie volontarie, a livello provinciale, per colmare il deficit di organico della polizia locale con la possibilità di agire anche nelle aree protette.

Ogni anno in Italia i cinghiali causano non solo danni per circa 200 milioni alle produzioni agricole, ma anche pericoli per la vita dei cittadini: nel 2023 sono stati registrati almeno 170 incidenti stradali con morti e feriti, in aumento dell’8% rispetto all’anno precedente. Le egioni più colpite sembrano essere Calabria (almeno 300mila esemplari, soprattutto nei tre grandi Parchi nazionali della Sila, del Pollino e dell’Aspromonte), Puglia (250mila) e Toscana (200mila), ma anche Piemonte, Umbria, Lombardia e Liguria.

In generale, non ci sono regioni in cui gli ungulati non entrino in azione. Oltre a devastare prati, pascoli, fieno, mais, patate, piccoli frutti, riso, vigne e uliveti, i cinghiali mettono a rischio gli allevamenti di maiali. I cugini dal manto scuro, infatti, sono portatori di peste suina africana.

di Daniela Faggion

cinghiali in italia - ph. Mikewildadventure

Guarda anche:

Agli indiani piace sempre di più l’Italia, Milano in testa

Nell’arco di undici anni sono più che triplicate le presenze dei turisti dall’India nelle strutture italiane. Malpensa è lo scalo italiano più gettonato. Tra le mete preferite, le città d’arte....

Una pianta salverà il mondo?

Gli estratti botanici della salvia, ricchi di fitocostituenti, rappresentano una risorsa utile per scoprire terapie che potrebbero colpire la senescenza e quindi migliorare la salute. Pianta nota...
Fast Boy e Raf

Seconda giovinezza per Self Control di Raf 

A quarant'anni dal lancio il suo refrain entra in Wave, collaborazione del cantante italiano con il duo tedesco Fast Boy Si intitola WAVE il singolo nato dalla collaborazione tra il duo...