Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

2 Febbraio 2006 | Attualità

IL 2006 ANNO DELLA MUSICA DIGITALE

Nel quarto trimestre 2005 quasi cento milioni di utenti europei hanno frequentato siti dedicati all’entertainment. Di questi ben 54,4 milioni eranoin Germania e Gran Bretagna. In termini di tempo passato sui siti primeggia la Francia. I 18,5 milioni di utenti d’oltralpe del segmento entertainment hanno trascorso sui siti in media oltre sei ore al mese, due ore in più rispetto a tedeschi e inglesi. I consumi più bassi si registrano in Italia e in Spagna: i 25,9 milioni di navigatori che si rivolgono a questi siti vi trascorre poco più di due ore e mezzo al mese. E’ quanto emerge dal rapporto DigitalEntertainment di Nielsen//NetRatings e Commstrategy. La musica è particolarmente amata da questi utenti e raccoglie tra il 35% e il 50% dell’utenza internet. In Italia gli utenti dei siti di musica sono aumentati di 1,6 milioni rispetto al primo trimestre del 2005. I video musicali rappresentano una nicchia con uno spazio di mercato crescente e il settore games è consumato dal 25% (in Italia) al 50% (in Francia) degli utenti internet.

Guarda anche:

L’Italia del futuro e il nuovo equilibrio sociale

I cambiamenti demografici in Italia pongono riflessioni e richiedono soluzioni per preservare la stabilità, la sostenibilità e l’equità nel Paese.  La vita si allunga, la natalità cala, gli anziani...
Amore e Psiche di Antonio Canova

Il marmo italiano in mostra per il mondo

Partita da Algeri, l'iniziativa vuole promuovere la filiera della lavorazione e della produzione artistica del prezioso materiale che ha consentito la realizzazione di tante opere d'arte italiane....
Marchio Registrato

Nel 2022 record di brevetti in Italia, soprattutto sostenibili

Mentre non è ancora del tutto risolta la questione legata alla sede italiana del Tribunale Unificato Brevetti, sui titoli giuridici in materia di invenzioni arriva una buona notizia da Unioncamere:...