Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

13 Maggio 2013 | Innovazione

Il 2020 aprirà la strada al 5G

Gli utenti internet italiani vedono ancora il 4G come un sogno proibito, miraggio di un sistema di telecomunicazioni in cui mancano soldi e strutture, ma c’è già chi pensa al 5G, che dovrebbe esordire su scala mondiale intorno al 2020 .  E’ il caso di Samsung, che lancerà il nuovo standard sui propri dispositivi mobili , convinta di poter spingere a velocità supersonica le prestazioni web dei propri prodotti, grazie a ripetitori capaci di viaggiare a decine di Gbps. Gli utenti della casa sudcoreana potranno scaricare un film in meno di un secondo, attivando download multipli senza temere il blocco del sistema. Il 5G riuscirà a sfruttare le bande a onde millimetriche, fino ad oggi punto critico della navigazione mobile , superando così le così dette condizioni di propagazione sfavorevole che finora hanno impedito il trasferimento veloce di dati su lunghe distanze. Samsung sostiene di poter già contare su 64 ripetitori di ultima generazione, pronti ad adeguarsi alle nuove (super) velocità. Fra un lustro, le connessioni Lte saranno obsolete e i colossi delle tlc vogliono essere pronti alle nuove sfide della rete. Burocrazie permettendo.

Guarda anche:

Un sandwich vegano - ph. Miroro

Veganuary 2024, 1.7 milioni di italiani hanno provato a mangiare vegano

Iniziativa promossa da Essere Animali insieme a oltre 100 imprese per favorire nuove abitudini alimentari a ridotto impatto ambientale I social sono un concentrato di food blogger, che sempre più...
Anche la Fede trova supporto nella tecnologia - ph. davidosta

La tecnologia al servizio della Fede a Devotio 2024

Nuove soluzioni per chiese e cattedrali presentate a Bologna, alla più grande fiera mondiale del settore che in Italia fattura 700 milioni Quando il culto diventa cool. Si è appena conclusa...
Nuove batterie da scarti alimentari - immagine INSTM

Ancora un progetto italiano per le batterie sostenibili

In campo questa volta un gruppo di istituzioni al lavoro anche su scarti organici di lavorazioni alimentari Si chiama Orangees il nuovo progetto italiano per creare batterie più sostenibili grazie a...