Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

19 Giugno 2014 | Economia

Il cloud di Adobe paga, in arrivo le nuove app

Ottimi numeri per il bilancio trimestrale di Adobe Systems , che ha chiuso il secondo quarto fiscale con un utile netto di 88,52 milioni di dollari, in crescita del 15,6% su base annua. Ottimi anche i ricavi, in salita del 5,7% a 1,07 miliardi di dollari. Risultati particolarmente buoni per i servizi Creative Cloud, che insieme a quelli di Marketing Cloud hanno contribuito al 53% del fatturato del gruppo. Gli abbonati sono arrivati a quota 2,3 milioni (+25%), per 479,2 milioni di dollari di ricavi. Per questo Adobe ha deciso di incrementare la sua offerta di applicazioni creative per iOs/Os di Apple , presentando il nuovo Photoshop, che introduce una serie di filtri extra per ‘muovere’ le fotografie, le modifiche a Illustrator e InDesign, resi più fruibili nella gestione delle linee e degli spazi di tabella, e l’aggiornamento di Dreamweaver, che consente di vedere e modificare la struttura html direttamente dalla scheda di progetto e di esportare/importare qualsiasi tipologia di fotogramma. Miglioramenti anche per Premier e After Effects. Tutte le app sono disponibili in download gratuito per chi è già abbonato a Creative Cloud (per azionarle serve un account Adobe), mentre chi volesse solo Photoshop potrà farlo per 9,99 euro al mese.  La novità più interessante è però il kit per disegnare su iPad dotato di pennino grafico (ribattezzato Ink) e righello digitale (Slide) , affiancato dalle app Sketch (che permette di realizzare schizzi liberi) e Line (per il disegno di precisione). Il tutto a 199 euro. L’azienda spera così di allargare ancor di più la sua base utenti, entrando in simbiosi con i dispositivi mobili di Apple, utilizzati dalla quasi totalità della clientela. Così si spiega la scelta di non prevedere supporto per altri sistemi operativi: per il momento, i numeri di chi usa Creative Cloud su Android e Windows è troppo esiguo.

Guarda anche:

SOS frantoi. Il paradosso italiano

Unaprol e Coldiretti hanno recentemente presentato l’esclusivo rapporto su “La guerra dell’olio Made in Italy” diffuso all’alba dell’attuale campagna olearia 2022/2023. Ad emergere è un’incognita...

Come vendere tulipani agli olandesi!

Vale 1 miliardo di euro l'export made in Italy di piante fiori e fronde. Nel dettaglio, si tratta di 1.146.762.653 euro, in crescita del 22% rispetto allo stesso periodo del 2020 (erano 937.756.550...

Tornano nei campi italiani miglio e avena grazie al progetto europeo “Re- Cereal”

La coltivazione di avena, miglio e grano saraceno sta nuovamente attirando l'interesse degli agricoltori delle regioni alpine di Austria e Italia. Una notizia a beneficio dei 233.000 ciliaci ad oggi...