Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

5 Maggio 2022 | Attualità

Il Trento Film Festival festeggia settant’anni

Al via la settantesima edizione del Trento Film Festival, la rassegna di cinema e culture di montagna che anima le sale cinematografiche e tantissimi luoghi di Trento e d’intorni fino a domenica 8 maggio. In questi giorni si svolgeranno proiezioni, presentazioni letterarie e mostre che tornano a disposizione di tutti gli appassionati della montagna. 

Tra i tanti ospiti, Reinhold Messner, uno dei più grandi alpinisti della storia e Palma Baldo, figura di primo piano dell’alpinismo trentino e nazionale, da poco nominati Soci Onorari del Festival. 

I luoghi del festival 

Nella settantesima edizione Il Teatro Sociale torna ad essere uno dei centri nevralgici del Festival. Si è svolto lì l’evento di apertura, venerdì 29 aprile, con l’anteprima mondiale del restauro di Italia K2, diretto dal regista trentino Marcello Baldi (Italia, 1954). 

Domenica 1 maggio è andato in scena lo spettacolo White Out. La conquista dell’inutile, ispirato agli scritti degli alpinisti Walter Bonatti, Giampiero Motti, Enrico Camanni, Jon Krakuer, Joe Simpson, Mark Twight, Reinhold Messner. 

Venerdì 6 maggio si terrà Astronave Terra. Il futuro del nostro pianeta osservato da sopra il cielo. L’ex astronauta Paolo Nespoli racconterà come e perché dallo spazio cambino la consapevolezza del presente e del nostro futuro. 

E al Sociale si chiuderà questa edizione, domenica 8 maggio, con il concerto Cime musicali, un omaggio della città rivolto alla SAT (Società Alpinisti Tridentini) per celebrare i suoi 150 anni di vita.

La settantesima edizione presenterà oltre 120 film, con 27 anteprime mondiali, 13 internazionali e 37 italiane, ci saranno 9 mostre e tantissimi appuntamenti, come il salotto letterario di MontagnaLibri, che torna nella sua tradizionale sede di Piazza Fiera, dove ogni giorno si svolgono presentazioni di libri e incontri con autrici e autori, anche grazie all’importante e confermata collaborazione con il Premio ITAS del Libro di Montagna, che in occasione del Festival presenta i libri finalisti e ne premia gli autori.

Questi sono solo alcuni dei luoghi della città che saranno animati dal Trento Film Festival: il programma completo con tutte le informazioni è disponibile su www.trentofestival.it/edizione-2022. 

Gli StoryTrekking con le donne di montagna 

Tornano anche in questa edizione gli StoryTrekking – Donne di Montagna: protagoniste di questa iniziativa sono quattro tra le più importanti figure femminili della montagna che raccontano le loro esperienze: Laura Rogora, campionessa di arrampicata, ha raccontato la sua storia lo scorso sabato, domenica Beatrice Monticelli ha tenuto un percorso formativo sulla leadership femminile, il 7 e l’8 maggio sarà la volta della fotografa Gaia Panozzo, con un mini corso su come scattare in ambiente, ed infine si terrà un incontro con la campionessa mondiale di paraclimbing, Nadia Bredice.

La montagna invisibile: il podcast del Trento Film Festival 

Il Festival ha realizzato un podcast di nove puntate, La montagna invisibile, per celebrare i settant’anni: i suoi protagonisti, Reinhold Messner, Nives Meroi, Erri de Luca, Paolo Cognetti e tanti altri, raccontano un viaggio  alla ricerca di tesori nascosti tra le rocce, sopra le vette coperte dalle nuvole, nei silenzi, nel non detto e nel non fotografato e, ancora più in profondità, in quella “montagna invisibile” che molti portano dentro. 

L’audioserie è disponibile sulle principali piattaforme di podcasting e direttamente sul sito del Festival. 

Un festival sempre più green 

Il Trento Film Festival pone al centro del proprio progetto il rapporto tra l’uomo e la natura; per questo è da sempre interessato al tema della sostenibilità e si impegna per ridurre il proprio impatto sull’ambiente, cercando di sensibilizzare ed educare gli ospiti ed il pubblico riguardo a una questione che è di vitale importanza per il futuro del Pianeta. 

A partire dalla sessantottesima edizione il Festival si è impegnato per ottenere il marchio EcoEventi Trentino, un importante riconoscimento che certifica l’orientamento e l’interesse di una manifestazione a rispettare i principi della sostenibilità, garantendo lo svolgimento di azioni concrete, contenute in un rigoroso disciplinare. Anche con la settantesima edizione, il Trento Film Festival si impegnerà a mantenere questo riconoscimento. 

Fonte foto: Instagram @trentofilmfestival

Trento Film Festival

Guarda anche:

Dart contro l’asteroide:  arrivano le immagini dal mini-satellite tutto made in Italy 

E’ la prima volta che il genere umano modifica lo stato orbitale di un corpo celeste. A fotografare questa unicità nella storia dello spazio è stato uno strumento realizzato da una squadra di...

l gran rifiuto dell’Italia

Da uno studio statistico pubblicato da Eurostat, dal 2004 al 2020 la quantità di rifiuti riciclati è aumentata in modo significativo: da 870 milioni di tonnellate nel 2004 ai 1.221 milioni di...

Il Salone Nautico di Genova chiude in crescita

6,1 miliardi di fatturato. Una crescita del 31,3% del fatturato globale rispetto all'anno scorso. Ma soprattutto 26.350 posti di lavoro, pari a un incremento del 9,7%. 03.812 visitatori e un...