Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content

20 Febbraio 2008 | Attualità

In Cina niente Topolino a cena

La State Administration of Radio, Film and Television cinese (Sarft, l’organismo addetto alla censura) ha ha annunciato l’estensione di un’ora (dalle cinque alle nove di sera) del divieto per tutte le reti televisive di trasmettere cartoni animati stranieri. Personaggi come Paperino e Topolino saranno quindi banditi all’ora di cena.   La misura è stata presa per “creare un ambiente favorevole per l’ innovazione nell’industria cinese dei cartoni animati”. La Sarft ha inoltre chiesto alle reti televisive di mantenere un rapporto di 7 a 3 tra le trasmissioni di cartoni cinesi e di cartoni stranieri. La decisione è stata presa mentre nel paese è in corso una campagna di ‘moralizzazione’ del contenuto delle trasmissioni televisive e radiofoniche che devono riflettere un’immagine ‘armoniosa’ della società. Il primo divieto ai cartoni stranieri (dalle cinque alle otto) era stato imposto nell’estate del 2006.

Guarda anche:

Donne e over 65 i bevitori italiani di vino nell’analisi post pandemia

Uno studio dell’agenzia Wine Intelligence traccia il profilo post pandemia del consumatore italiano del vino.  La pandemia ha modificato il profilo del consumatore italiano di vino che è sempre più...

Approvato il Super Green Pass, nuove regole dal 6 dicembre

Obbligo vaccinale e terza dose, estensione dell'obbligo del vaccino a nuove categorie, istituzione del Super Green pass a partire dal 6 dicembre e rafforzamento dei controlli e campagne promozionali...

Il fondo statunitense KKR presenta un’offerta per TIM sul 100% delle azioni

Il fondo statunitense KKR ha presentato un’offerta per acquisire il 100% delle azioni di Tim. Il socio di maggioranza dell’azienda di telecomunicazioni è Vivendi, società francese guidata da Vincent...