Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

24 Gennaio 2013 | Economia

Intel, addio alle schede per computer

Il mercato dei personal computer langue, tra crisi e concorrenza dei dispositivi mobili, così Intel ha deciso di rinunciare alla produzione delle schede madri per pc . Dopo l’ultimo disastroso bilancio trimestrale (-27% negli utili, a 2,6 miliardi di dollari), la compagnia americana ha cominciato un processo di rinnovamento che prevede anche l’abbandono dei mercati meno prolifici. Entro il 2015, la linea di produzione delle schede sarà chiusa. La società ha invece confermato investimenti per 13 miliardi di dollari in impianti e ricerca, con attenzione particolare agli ultrabook con riconoscimento vocale e ai processori per smartphone e tablet. Intel sta lavorando per sfruttare al meglio le funzionalità di Windows 8 e Android, agevolando con nuove tecnologie hardware l’utilizzo degli schermi al tocco. Il mercato delle schede rimarrà invece nelle mani di Asus e Gugabyte, da sempre tra i principali produttori di settore.

Guarda anche:

SOS frantoi. Il paradosso italiano

Unaprol e Coldiretti hanno recentemente presentato l’esclusivo rapporto su “La guerra dell’olio Made in Italy” diffuso all’alba dell’attuale campagna olearia 2022/2023. Ad emergere è un’incognita...

Come vendere tulipani agli olandesi!

Vale 1 miliardo di euro l'export made in Italy di piante fiori e fronde. Nel dettaglio, si tratta di 1.146.762.653 euro, in crescita del 22% rispetto allo stesso periodo del 2020 (erano 937.756.550...

Tornano nei campi italiani miglio e avena grazie al progetto europeo “Re- Cereal”

La coltivazione di avena, miglio e grano saraceno sta nuovamente attirando l'interesse degli agricoltori delle regioni alpine di Austria e Italia. Una notizia a beneficio dei 233.000 ciliaci ad oggi...