Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

2 Maggio 2013 | Economia

Inverno in utile per Facebook, Zuckerberg sorride

Qualche utente in meno e la crescita dei concorrenti non spaventano Facebook , che ha chiuso i primi tre mesi del 2013 con utili pari a 219 milioni di dollari, in salita di 4 milioni rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. In forte crescita anche i ricavi della compagnia, arrivati a 1,46 miliardi di dollari (+38%) , che hanno superato le aspettative degli analisti. A determinare il trend positivo è stata l’esplosione del social network sui dispositivi mobili, che ha portato un conbseguente aumento degli introiti pubblicitari.  Smartphone e tablet sono la nuova frontiera del web 2.0 e hanno consentito all’adv di Facebook (con incassi di oltre 400 milioni) di crescere del 43% in inverno, fruttando 1,25 miliardi di dollari. Dopo le polemiche sulla perdita di utenti negli Stati Uniti e le difficoltà a Wall Street, Murk Zuckerberg può aspettare l’estate in tranquillità, forte – ancora una volta – del fascino del suo sito e del suo legame imprescindibile con i pubblicitari.

Guarda anche:

Sanremo_vincitori

Festival di Sanremo: sono solo canzonette (?)

A giudicare dai dati diffusi da una ricerca di EY la risposta parrebbe essere no e anche se lo fossero, l’impatto economico è assai elevato: 205 milioni di euro, di cui 77 di valore aggiunto...
Italia ultima per merito in Europa - ph. Marzena7

Italia ultima in Europa per Merito

Secondo il Forum della Meritocrazia questa situazione incide sul calo dell'economia, che in quasi 30 anni ha perso 26 punti percentuali Non basta mettere la parola "merito" nel nome di un ministero...

Città e luoghi d’arte trainano il turismo in Italia anche nel 1° trimestre 2024

L'Osservatorio Turismo Confcommercio-Swg prevede per il primo trimestre 2024 oltre venti milioni di partenze tra gennaio e marzo. Preferiti i soggiorni brevi e le città d’arte. Dopo la ripresa...