Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

25 Giugno 2014 | Economia

Jersey, l’isola dei Bitcoin

L’isola di Jersey si sta attrezzando per portare l’uso dei Bitcoin nella vita di tutti i giorni. E’ il ministro del Tesoro dell’isola, Philip Ozouf, che sta preparando una precisa strategia allo scopo di trasformare Jersey in un vero e proprio modello di riferimento: ” E’ un settore che potrebbe racchiudere significative opportunità . La nostra infrastruttura di servizi finanziari d’avanguardia e l’esperienza nel digitale ci danno gli strumenti per investire nel settore” . Jersey fa parte dell’arcipelago normanno nel canale della Manica, giuridicamente al di fuori del Regno Unito ma dipendenti direttamente dalla corona inglese . Questo particolare status politico ha permesso a Jersey di applicare un  regime fiscale agevolato che potrebbe favorire la diffusione della criptovaluta, la quale si trova spesso a fronteggiare problemi di ordine normativo nei vari Stati del mondo. La valuta digitale viene già utilizzata in alcune attività commerciali, così come sottolinea Giles Day, titolare di una sala da té: “E’  un metodo di pagamento veloce, affidabile e sicuro. E’ la strada per il futuro. E’ ciò che digitale e finanza useranno e questi due settori sono la chiave per Jersey. Con le carte di credito abbiamo dei costi, e passa del tempo prima di ricevere i pagamenti. Con i Bitcoin vengono accreditati direttamente, senza costi”.

Guarda anche:

SOS frantoi. Il paradosso italiano

Unaprol e Coldiretti hanno recentemente presentato l’esclusivo rapporto su “La guerra dell’olio Made in Italy” diffuso all’alba dell’attuale campagna olearia 2022/2023. Ad emergere è un’incognita...

Come vendere tulipani agli olandesi!

Vale 1 miliardo di euro l'export made in Italy di piante fiori e fronde. Nel dettaglio, si tratta di 1.146.762.653 euro, in crescita del 22% rispetto allo stesso periodo del 2020 (erano 937.756.550...

Tornano nei campi italiani miglio e avena grazie al progetto europeo “Re- Cereal”

La coltivazione di avena, miglio e grano saraceno sta nuovamente attirando l'interesse degli agricoltori delle regioni alpine di Austria e Italia. Una notizia a beneficio dei 233.000 ciliaci ad oggi...