Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content

14 Maggio 2014 | Economia

La pubblicità in affanno a inizio 2014

La fase di decrescita del mercato pubblicitario italiano non è ancora terminata , anche se nel primo trimestre dell’anno è proseguito il trend di riduzione delle perdite, sempre più vicino alla soglia zero, secondo i dati Nielsen. Segnali di ripresa soprattutto in ambito televisivo, radio e internet. La tv ha chiuso il periodo invernale con un balzo in avanti del 2% negli investimenti. Nel solo mese di marzo, il risultato è stato del +5,1% e fa ben sperare per il trimestre in corso. Bene anche la radio , che ha chiuso la prima parte del 2014 con un +6,3% . In altaleno il web : se nel trimestre ha registrato un deludente -2,7% , la tendenza del solo mese di marzo è stata invece del +3%, con una prospettiva meno buia soprattutto grazie alle potenzialità dell’advetising sulle piattaforme mobili. Chi invece non sembra nemmeno avvicinarsi a una nuova fase di crescita è la  stampa, che ha perso il 15,7% degli investimenti sui quotidiani e il 14,6% di quelli sui periodici , con numeri negativi anche a fine periodo. Il ritorno in positivo richiederà ancora qualche tempo e, quasi sicuramente, non riguarderà l’editoria, malato cronico del sistema pubblicitario.

Guarda anche:

Climatariani e nuove tendenze sulla tavola degli italiani

La pandemia ha colorato di “verde” la tavola degli italiani, tanto che 1 italiano su 6 dichiara di adeguare il proprio regime alimentare per ridurre l'impatto ambientale.   E’ quanto emerge dal...

Export agroalimentare italiano verso il record storico

L'alimentare italiano registrerà il primato storico nelle esportazioni raggiungendo quota 52 miliardi, mai registrato prima nella storia dell'Italia, se la tendenza di aumento del 13% sarà...

Ue, primo sì al Prosek. Italia unita nella protesta

La Commissione Europea dà il via libera la domanda della Croazia per il riconoscimento di indicazione geografica protetta del vino croato. Forti contestazioni da più parti in difesa del Prosecco...