Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

21 Settembre 2009 | Attualità

La riforma di Obama passa dalla tv

Uno degli snodi cardine del mandato di Barack Obama è quello della riforma sanitaria, che il Presidente americano verrebbe almeno in parte statalizzare. Non sarà semplice vincere le riluttanze dei membri del Partito Repubblicano, e di molti cittadini statunitensi, che vedono ogni intervento pubblico diretto nell’economia e nella vita sociale del paese come un avamposto socialista. Così, Obama ha scelto la televisione per diffondere il suo progetto di sanità (semi)pubblica e per costruire attorno a esso un consenso e un’immagine personale sempre più solida. L’impegno del Presidente, nell’ultimo fine settimana, ha raggiunto il suo culmine: cinque eventi tv differenti nella sola giornata di ieri, e la prevista partecipazione al David Letterman Show questa sera. Costi e servizi previsti dalla riforma sanitaria saranno di nuovo al centro dell’intervento di Obama in uno dei talk show più popolari degli Stati Uniti . Le apparizioni domenicali sulle reti Abc, Cbs, Nbc, Cnn e sul canale in lingua spagnola Univision, hanno garantito a Obama una diffusione massiccia del progetto, permettendogli di sfruttare un canale diretto di comunicazione con i telespettatori americani, sfruttando l’occasione per respingere le accuse degli scettici e ribadendo che le tasse non cresceranno, se non minimamente,qualora la riforma dovesse essere approvata. Il blitz mediatico del Presidente ha obiettivi precisi: oltre alla cittadinanza, c’è da convincere la commissione finanza del Senato, che martedì comincerà a votare su una proposta di riforma da 856 miliardi di dollari. Il futuro della legge sul sistema sanitario appare incerto, e una debacle potrebbe segnare negativamente tutto il mandato, indebolendo la figura di Obama.

Guarda anche:

Bergamo Porta Sud, progetto di respiro internazionale

La riqualificazione della più grande area dismessa della città di Bergamo, una porzione di territorio di quasi 400mila metri quadrati, a due passi dal centro cittadino, è realtà. Il Gruppo Vitali ha...

A -30 gradi a bordo di una bici

L’ultracyclist italiano Omar Di Felice è partito il 29 novembre per la traversata dell'Antartide in sella a una bicicletta, in solitaria; cercherà di percorrere 1.200 km per raggiungere il Polo Sud,...
Giovanni Ferrero

Nutella batte la moda: Giovanni Ferrero & Family più ricco di Pinault secondo Bloomberg

È Giovanni Ferrero l’italiano più ricco, è quanto emerge dal Bloomberg Billionaires Index a fine novembre, la classifica dei 500 uomini più ricchi del mondo che Bloomberg aggiorna ogni giorno dopo...