Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

12 Aprile 2022 | Attualità

La ripresa del turismo parte da BIT 2022

L’edizione della ripartenza si è caratterizzata per la qualità delle proposte espositive e dei buyer presenti. Si confermano le tendenze verso un turismo sempre più naturale, sostenibile e responsabile, attento anche alla storia e la cultura, in Italia come all’estero. Presenti la grande maggioranza delle Regioni italiane e le più interessanti destinazioni internazionali in Europa e nel medio e lungo raggio.

Un appuntamento centrale per il rilancio del settore, come conferma l’attenzione delle istituzioni verso la manifestazione: presente al taglio del nastro il Ministro per il Turismo, Massimo Garavaglia. Sempre alla presenza del Ministro Garavaglia, ENIT ha scelto BIT 2022 per presentare in anteprima oggi la nuova immagine istituzionale dell’Agenzia. Secondo i dati presentati da ENIT a BIT, la Gen Z sarà protagonista del rilancio del turismo.

Una sostenuta affluenza di visitatori ha salutato il ritorno in presenza di BIT 2022, la manifestazione di riferimento per il turismo in Italia, che si è conclusa oggi a fieramilanocity: tre giorni di intenso networking e presentazioni di novità, caratterizzati dalla qualità delle proposte degli espositori e dei buyer altamente profilati.  

Qualità che si è declinata sempre più in tendenze futuribili, come il metaverso e i viaggi spaziali, ma anche con la conferma per la prossima stagione del turismo slow, etico e sostenibile. Una delle tendenze clou di quest’anno sono i cammini, da quelli spirituali ai naturali, con il ritorno del cicloturismo, le vacanze attive e all’aria aperta con un tocco di luxury e glamour, come nel glamping. Sempre molto forte il trend enogastronomico, coniugato alla scoperta dei borghi e di storia e cultura.

Espositori e buyer concordano nella focalizzazione sulle esperienze nuove e originali per cogliere le opportunità della ripartenza. Interessante collaborazione con Enit, che ha presentato due importanti ricerche su Generazione Z e cineturismo con Netflix.

I film e le serie Tv come risorsa turistica per l’Italia

Enit e Netflix siglano un protocollo d’intesa per rafforzare il legame tra la produzione audiovisiva in Italia e la promozione turistica e presentano uno studio sull’efficacia e l’incidenza di film e serie televisive sulla percezione e la scelta dell’Italia come destinazione turistica. 

Il protocollo punta a creare sinergie e mettere in campo azioni per la promozione del turismo italiano, rafforzando la percezione positiva del brand Italia e ampliando la conoscenza della ricchezza e della diversità culturale e del lifestyle del Paese. Si collaborerà alla realizzazione di progetti per valorizzare le destinazioni turistiche italiane, in particolare quelle meno conosciute, presso il pubblico internazionale. Il protocollo d’intesa prevede anche la costituzione di un team dedicato.

La ricerca internazionale presentata lunedì 11 aprile in Bit a Fieramilanocity e condotta da Basis per conto di Netflix, dimostra che film e serie tv rappresentano un volano per l’immagine dell’Italia nel mondo e hanno il potenziale di attrarre turismo nel nostro Paese. Lo studio, condotto su un campione rappresentativo della popolazione in 6 paesi tra cui Brasile, Francia, India, Regno Unito, Spagna e Stati Uniti, rivela che per le persone che hanno guardato contenuti italiani, la probabilità di considerare l’Italia come la propria prossima destinazione turistica è doppia rispetto a chi non ha visto contenuti italiani. Un aspetto particolarmente rilevante è che il risultato riguarda anche coloro che non hanno mai visitato l’Italia: l’87% delle persone che hanno guardato contenuti italiani hanno dichiarato il proprio interesse a visitare l’Italia – contro un 67% di persone fra coloro che non hanno visto contenuti Made in Italy. Gli aspetti dell’Italia maggiormente apprezzati da coloro che hanno guardato contenuti italiani sono la storia, la cucina e la cultura. La ricerca rivela anche che le persone che hanno Netflix nei paesi oggetto di misurazione hanno il 50% di possibilità in più di aver visto contenuti italiani, rispetto a chi non ha Netflix.

 

di Serena Campione

BIT 2022

Guarda anche:

Monte Sant'Angelo - Puglia - Alba

Monte Sant’Angelo Capitale della Cultura di Puglia 2024

La Città più alta della regione fra Adriatico e Ionio ospita due siti Unesco e numerosi eventi per l'estate In Italia si trovano due Beni Patrimonio dell’Umanità nel giro di una sola cittadina della...
Peccioli Borgo dei Borghi

In Italia l’immondizia può diventare arte

A Peccioli (PI) la raccolta è virtuosa e la discarica è diventata un teatro per ospitare artisti e premi Nobel. E in più fa utili per i cittadini. Un sindaco tanto pervicace quanto visionario; un...

I media americani celebrano le località italiane meno conosciute

L’Italia è tra le mete preferite dai turisti statunitensi e la stampa americana ha iniziato a promuovere anche i posti meno conosciuti per una vacanza più serena e rilassante.  È tempo di vacanze e...