Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

2 Marzo 2006 | Attualità

LA SPERANZA NELL’AFRICA Più DURA

“Isla Africa” è un romanzo che ha tutto il sapore della tragedia africana, della guerra civile che ha imperversato in Sierra Leone e dell’amicizia che lega due reporter (Carlos e Sincero) che hanno coperto insieme i luoghi più caldi del pianeta. La maggior parte del libro si svolge a Isla Africa, centro per il recupero dei soldati bambini gestito da due missionari e dove uno dei due giornalisti, Carlos, accompagnato dall’amico, sceglie di andare a passare i suoi ultimi mesi prima che il cancro lo porti via. In un continuo susseguirsi di flash back indovinati assistiamo alle varie avventure che hanno portato i due reporter a testimoniare le varie guerre e a vivere storie d’amore rapide e intense e incontri fugaci. Sincero scoprirà molte cose dell’amico attarverso i suoi diari, scritti negli ultimi febbrili mesi africani. Il libro è anche una riflessione sul giornalismo di guerra, quello vissuto in prima persona sulla linea del fronte, e sul significato del fotoreporter. Non mancano critiche alla burocrazia dei caschi blu dell’Onu.Segnalazioni: montella@diesis.it

Guarda anche:

vegetali - Nika_Akin

L’Erbario centrale italiano di Firenze diventa digitale

Oltre due milioni di campioni vegetali, cui si aggiungono i 2 milioni provenienti da altre collezioni. Diventeranno file entro l'agosto 2025, grazie a 7 milioni di finanziamento. Trasformare...

È in Italia la città in cui si mangia meglio al mondo

Ad affermarlo è una ricerca fatta dalla rivista Time Out che ha eletto Napoli, con la sua pizza Margherita, vincitrice fra 20 città del mondo. Al secondo posto Johannesburg e al terzo Lima. Per...
medici di base - congresso

In Italia mancano i medici di base

A lanciare l'allarme un congresso in Lombardia della Società Italiana dei Medici di Medicina Generale e delle Cure Primarie. Meglio non stare male in Italia, nemmeno in una regione ricca come la...