Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

18 Febbraio 2024 | Attualità, Innovazione

La tecnologia al servizio della Fede a Devotio 2024

Nuove soluzioni per chiese e cattedrali presentate a Bologna, alla più grande fiera mondiale del settore che in Italia fattura 700 milioni

Quando il culto diventa cool. Si è appena conclusa all’insegna della ripresa economica Devotio 2024, quarta edizione della più grande fiera internazionale sui prodotti e i servizi per il settore religioso, organizzata da BolognaFiere. Perché se Gesù cacciò i mercanti dal tempio, i templi dedicati a Gesù paiono essere oggi una vera manna per i mercanti odierni.

Secondo i dati diffusi da Vativision, infatti, il mercato degli articoli religiosi prodotti in Italia ha segnato lo scorso anno un fatturato intorno ai 700 milioni di euro, con una crescita superiore al 10% rispetto al 2019. Un settore florido, dunque, e decisamente al passo coi tempi, stando a quello che si è visto al polo fieristico felsineo: opere d’arte sacra realizzate con stampanti 3D, visori immersivi per visitare chiese storiche, apparecchiature di amplificazione wi-fi per la diffusione audio delle celebrazioni, sistemi di automazione per l’illuminazione e la sicurezza degli edifici religiosi.

Oltre 3mila le aziende attive in questo settore in Italia, soprattutto piccole e medie imprese a gestione familiare. A Bologna gli espositori sono stati più di 200, provenienti da 18 Paesi (Italia compresa) e capaci di restituire una panoramica molto articolata della produzione mondiale di articoli religiosi: oggetti per il culto (crocifissi, rosari, immagini sacre…), arredi sacri e statue, presepi e campane, incensi e candele, vetrate e mosaici, paramenti per la liturgia e per le chiese…

E se è vero che il messaggio di Cristo è sempre stato estremamente moderno, non sono dal meno le soluzioni hi-tech presentate a Devotio: fra le altre, sistemi capaci di scannerizzare importanti opere d’arte sacra e riprodurle ad alta risoluzione con stampanti 3D, sia per esposizioni sia per i classici souvenir. E poi ancora potenti proiettori capaci di proiezioni notturne sulle facciate di grandi edifici religiosi, e visori immersivi per accompagnare le visite di pellegrini e turisti in chiese o basiliche. Ci sono poi soluzioni inclusive per migliorare la fruizione delle celebrazioni, come amplificatori collegati tramite wi-fi, sistemi di illuminazione e campane regolabili tramite app, videosicurezza di santuari e conventi. Ladri di offerte, siete avvertiti.

di Daniela Faggion

Anche la Fede trova supporto nella tecnologia - ph. davidosta

Guarda anche:

L’ Al al servizio della tutela del patrimonio culturale italiano

In Italia il traffico illecito di beni culturali viene contrastato dal personale del Comando Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale (TPC) con il supporto di piattaforme e archivi informatici...

Fondazione Italia Patria della Bellezza premia le realtà culturali italiane importanti ma poco note

Sono 22 le realtà culturali vincitrici del "Premio 2024 della Fondazione Italia Patria della Bellezza" giunto alla sua quarta edizione, di cui 3 premiate con un contributo complessivo di 60.000 euro...
Uomo nel grano - ph Pexels

Cibo Made in Italy non ci sarebbe senza il lavoro degli immigrati

Secondo nove casi studio sono centinaia di migliaia le persone giunte in Italia dall'estero che lavorano per i prodotti tipici italiani Fino al 50% di manodopera straniera dietro alle filiere....