Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

9 Maggio 2024 | Attualità, Innovazione

L’evoluzione dell’AI italiana si chiama Minerva

È un modello linguistico con 500 miliardi di parole creato da un gruppo di ricerca della Sapienza di Roma con il supercomputer Leonardo

Si chiama Minerva ed è un insieme di modelli linguistici, “addestrati” in italiano e in inglese con 500 miliardi di parole e destinati a crescere nel tempo. È la base di possibili evoluzioni di ChatGPT, però del tutto trasparenti e made in Italy, in quanto creata dal gruppo di ricerca Natural Language Processing (Nlp) della Sapienza di Roma, nell’ambito di Fair – Future Artificial Intelligence Research, grazie alla potenza del supercomputer Leonardo del Cineca.

Quelli di Minerva sono modelli creati e addestrati da zero impiegando testi open source, al contrario di quelli italiani finora sviluppati in Italia, che sono basati sull’adattamento di modelli come LLaMA e Mistral, che hanno dati di addestramento sconosciuti. I tre modelli Minerva sinora attrezzati sono stati “nutriti” con fonti italiane e inglesi, online e documentate: un totale di oltre 500 miliardi di parole che equivalgono più di 5 milioni di romanzi. Molto più di quanto una comune intelligenza umana possa anche solo sognare di leggere in una vita, soprattutto in Italia dove la media è di 7,4 libri l’anno.

Fair è il progetto guidato dal Consiglio Nazionale delle Ricerche che realizza la strategia nazionale sull’IA. Al momento il suo output Minerva serve alla comunità scientifica italiana ma la previsione è che, in tempi relativamente brevi, venga messo al servizio di utenti comuni attraverso una chat, come fa ChatGPT. Gli sviluppi nel settore sono molto veloci e in Italia stanno ricevendo anche il supporto dei fondi del PNRR.

di Daniela Faggion

minerva-divotomezove

Guarda anche:

Mytho, scoperto il nuovo gene che regola l’invecchiamento

Un gruppo di ricercatori diretto dal prof. Marco Sandri, docente del Dipartimento di Scienze Biomediche dell’Università di Padova e Principal Investigator dell’Istituto Veneto di Medicina Molecolare...

I microbi architetti del mare secondo scienziati italiani e statunitensi

Rivoluzione copernicana nelle acque più profonde, racconta uno studio pubblicato da Nature Ecology and Evolution. I microbi sono tanto piccoli quanto attivi nel far funzionare la vita sul pianeta...

Riprodotto un naso con stampa in 3D al Meyer di Firenze

L'intervento è avvenuto nell’ospedale pediatrico Meyer di Firenze su un bimbo di 5 anni nato con un grave problema alla piramide nasale a causa di una complicanza post partum. La progettazione della...