Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

14 Maggio 2024 | Attualità, Eventi

Lo Spirito del Giappone arriva in Italia

Dal 24 maggio, lo Scalo Farini di Milano ospiterà la mostra immersiva che contiene oltre 400 opere dell’arte giapponese. Dopo Tokyo, San Paolo e Shangai si tratta di un’anteprima per l’Europa.

Si chiama The Spirit of Japan ed è un’esperienza d’arte immersiva originale che arriva per la prima volta in Italia, a Milano, dal 24 maggio al 30 giugno. La mostra è ispirata alla straordinaria forza espressiva e alla modernità dei grandi maestri delle stampe giapponesi, quelli del movimento artistico Ukiyo-e, iniziato nel XVII° secolo e durato fino al XIX°, che vide protagonisti artisti famosi come Hokusai e meno noti come Kuniyoshi, Utamaro e Kunisada.

Le opere di questi artisti, oltre 400 raccolte in 20 musei di tutto il mondo, sono state rielaborate in una imponente istallazione fatta di visioni suggestive e poetiche che invadono lo spazio e travolgono i visitatori, creando una messa in scena dinamica, come un viaggio attraverso momenti diversi, ognuno con il proprio ritmo e la propria atmosfera, valorizzata da un design sonoro avvolgente e profumi evocativi.

Un vero e proprio viaggio nel Giappone dell’immaginario popolare dove i paesaggi e i ciliegi in fiore prendono forma in una foresta magica e misteriosa abitata dagli “yokai”, gli spiriti del folklore giapponese; c’è poi il mare, la Grande Onda di Hokusai che travolge tutto, accompagnato da “La Mer” di Claude Debussy che proprio a quell’opera si ispirò nel comporla. Ci sono le geishe, vestite con eleganti e colorati kimono, che appaiono da dietro i paraventi di carta di riso. Al crepuscolo, le lampade di carta proiettano le loro ombre, illuminando gli occhi, le bocche e le mani degli attori kabuki nelle loro pose migliori e poi la danza guerresca dei samurai che travolge i visitatori prima di lasciarli andare trasportati dal vento, tra le lanterne che fluttuano nel cielo notturno, i ritmi frenetici dei tamburi del Giappone e i suoni di importanti compositori giapponesi contemporanei come Hiroshi Yoshimura e Takashi Yoshimatsu.

La mostra è stata ideata e prodotta da Danny Rose Studio, collettivo di arte digitale di base a Parigi, ma espressione dell’eccellenza italiana nel mondo, e organizzata da GC Events, uno fra i produttori più attivi di mostre e family show in tutta Europa, di base in Svizzera. Dopo Tokyo, San Paolo e Shangai viene proposta a Milano, in anteprima per l’Europa, allo Scalo Farini di Milano in via Valtellina, 5. È possibile prenotare la propria visita acquistando i biglietti al link www.thespiritofjapan.it

di Antonietta Vitagliano

di Antonietta Vitagliano

Guarda anche:

Mytho, scoperto il nuovo gene che regola l’invecchiamento

Un gruppo di ricercatori diretto dal prof. Marco Sandri, docente del Dipartimento di Scienze Biomediche dell’Università di Padova e Principal Investigator dell’Istituto Veneto di Medicina Molecolare...

I microbi architetti del mare secondo scienziati italiani e statunitensi

Rivoluzione copernicana nelle acque più profonde, racconta uno studio pubblicato da Nature Ecology and Evolution. I microbi sono tanto piccoli quanto attivi nel far funzionare la vita sul pianeta...

Riprodotto un naso con stampa in 3D al Meyer di Firenze

L'intervento è avvenuto nell’ospedale pediatrico Meyer di Firenze su un bimbo di 5 anni nato con un grave problema alla piramide nasale a causa di una complicanza post partum. La progettazione della...