Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

29 Marzo 2022 | Ambiente, Attualità

Mascherine: da rifiuto a risorsa

Due università italiane, quella di Bergamo e della Tuscia, stanno sviluppando un progetto per trasformare le mascherine usate in una nuova risorsa, evitando costi e tempi di smaltimento. Lo studio ha come obiettivo la conversione di mascherine da riciclare in asfalti speciali. 

I dispositivi per la sicurezza sono diventati un’enorme fonte di rifiuti. Per ogni giorno da inizio pandemia si stima che siano state gettate via circa 3,4 miliardi di mascherine e secondo l’Onu almeno il 75% di queste è ancora disperso in mare o nell’ambiente.

L’idea e il progetto

Il primo studio è un progetto del Royal Melbourne Institute of Technology (RMIT), a cui si deve il primato dell’idea. La soluzione innovativa prevede che le mascherine possano essere triturate e mescolate insieme ai residui di costruzioni edili per creare un nuovo tipo di asfalto. La palla è ora passata all’Italia, con un programma congiunto lanciato dalle università della Tuscia e di Bergamo. Il progetto si chiama Supra, acronimo che sta per “Single Use PPE Reinforced Asphalt”, finanziato dal ministero della Transizione Ecologica.

Vantaggi per l’ambiente e l’economia

La ricerca è finalizzata a rendere l’asfalto ancora più rafforzato, riutilizzando le mascherine e i camici realizzati con “tessuto non tessuto”. I risultati proposti sono rivestimenti stradali riciclati e più resistenti nel tempo. Il propilene contenuto nei dispositivi di protezione renderebbe le strade più elastiche e flessibili, destinate a deteriorarsi in un arco di tempo più lungo. Senza contare i vantaggi in termini di risparmio. Una tonnellata di aggregato di cemento riciclato e mescolato con mascherine Ffp2 ed Ffp3 infatti costerebbe praticamente la metà di quello estratto dalle cave.

 

di Serena Campione

mascherina

Guarda anche:

Treno del Foliage, un viaggio tra i colori dell’autunno

Dal 15 ottobre al 6 novembre sarà possibile vivere un piacevole viaggio tra i colori dell’autunno lungo 52 km, da Domodossola a Locarno.  La tratta percorsa dal Treno del Foliage è stata inserita...

Le elezioni italiane viste dall’estero

La vittoria di Giorgia Meloni alla guida di Fratelli d’Italia è stata commentata dai principali quotidiani internazionali. La vittoria della coalizione di centro destra guidata da Fratelli d’Italia...

I robot amici dell’uomo. La ricerca è italiana

Sono robot collaborativi, nati per aiutare i chirurghi a “sentire” gli organi durante un’operazione anche a migliaia di chilometri di distanza, progettati per sollevare delicatamente anziani o malati allettati, per fare pulizie in casa, per lavorare nelle fabbriche, con compiti più rischiosi, riducendo le possibilità di infortuni.