Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

29 Marzo 2022 | Ambiente, Attualità

Mascherine: da rifiuto a risorsa

Due università italiane, quella di Bergamo e della Tuscia, stanno sviluppando un progetto per trasformare le mascherine usate in una nuova risorsa, evitando costi e tempi di smaltimento. Lo studio ha come obiettivo la conversione di mascherine da riciclare in asfalti speciali. 

I dispositivi per la sicurezza sono diventati un’enorme fonte di rifiuti. Per ogni giorno da inizio pandemia si stima che siano state gettate via circa 3,4 miliardi di mascherine e secondo l’Onu almeno il 75% di queste è ancora disperso in mare o nell’ambiente.

L’idea e il progetto

Il primo studio è un progetto del Royal Melbourne Institute of Technology (RMIT), a cui si deve il primato dell’idea. La soluzione innovativa prevede che le mascherine possano essere triturate e mescolate insieme ai residui di costruzioni edili per creare un nuovo tipo di asfalto. La palla è ora passata all’Italia, con un programma congiunto lanciato dalle università della Tuscia e di Bergamo. Il progetto si chiama Supra, acronimo che sta per “Single Use PPE Reinforced Asphalt”, finanziato dal ministero della Transizione Ecologica.

Vantaggi per l’ambiente e l’economia

La ricerca è finalizzata a rendere l’asfalto ancora più rafforzato, riutilizzando le mascherine e i camici realizzati con “tessuto non tessuto”. I risultati proposti sono rivestimenti stradali riciclati e più resistenti nel tempo. Il propilene contenuto nei dispositivi di protezione renderebbe le strade più elastiche e flessibili, destinate a deteriorarsi in un arco di tempo più lungo. Senza contare i vantaggi in termini di risparmio. Una tonnellata di aggregato di cemento riciclato e mescolato con mascherine Ffp2 ed Ffp3 infatti costerebbe praticamente la metà di quello estratto dalle cave.

 

di Serena Campione

mascherina

Guarda anche:

La medicina può prevedere l’ansia con l’analisi della materia grigia

Secondo lo studio condotto dai ricercatori dell’università di Trento e  pubblicato sulla rivista Sensors la medicina può prevedere l’insorgere dei sintomi e dei disturbi dovuti all’ansia attraverso...

Italiani, navigatori, poeti, turisti e … ospitanti

L’Italia, con 72.869 ingressi, è la prima nazione nella classifica dei turisti esteri in Giordania nel 2022; la classifica redatta dal ministero del Turismo e delle antichità giordano vede al 2° e...
Creazione in MuSkin

MuSkin, come un fungo parassita diventa un abito sostenibile

Un progetto di tesi degli allievi di Modartech Pontedera riporta all’attenzione un brevetto eco di qualche tempo fa, oggi ancora più utile in ottica di una maggiore sostenibilità. Se è vero che le...