Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content

26 Gennaio 2006 | Innovazione

NEL 2005 UCCISI 150 OPERATORI dELL’INFORMAZIONE. IFJ CONDANNA LA CULTURA DELL’INDIFFERENZA

Lo scorso anno sono stati uccisi 150 fra giornalisti e operatori dei media e la situazione può solo peggiorare se i leader politici non prenderanno provvedimenti per portare davanti alla giustizia gli assassini. Lo afferma l’International Federation of Journalists (Ifj) nel rapporto sulle vittime dei media del 2005. “In oltre il 90% dei casi ci sono poche indagini serie da parte delle autorità – dice Aidan White, segretario generale dell’Ifj – e solo pochi assassini arrivano al processo. Una combinazione di corruzione della polizia, incompetenza giudiziaria e indifferenza politica ha creato una cultura della negligenza e dell’indifferenza”. I paesi più pericolosi per i giornalisti sono l’Iraq (35 morti), le Filippine (10) oltre a Colombia, Messico e Haiti.

Guarda anche:

Tennis: ecco chi sono i top influencer italiani

Chi sono i tennisti italiani che hanno più successo anche fuori dal campo? La classifica ha come parametro l’engagement rate, ovvero la percentuale di ingaggio con gli utenti che gli sportivi hanno...

Plogging voce del verbo correre per l’ambiente

Sport e ambiente, binomio che coniuga due aspetti fondamentali per il benessere delle persone: l’attività fisica e il contatto con la natura. È questa la mission del primo Giro d’Italia di plogging...
lancio del razzo Falcon 9

Il lancio del razzo Falcon 9 con a bordo l’astronauta Samantha Cristoforetti  

È partita la missione spaziale Crew-4, della quale fa parte Samantha Cristoforetti, astronauta italiana dell'Agenzia Spaziale Europea (Esa) che sarà impegnata per quasi sei mesi sulla Stazione...