Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

5 Agosto 2023 | Attualità

Nel 2023 le immatricolazioni di auto elettriche sono solo il 3,7%, che però sono il 30% nel settore del noleggio a lungo termine

L’auto resta il mezzo preferito dal 72% degli italiani per i propri spostamenti, ma non quella elettrica, le cui immatricolazioni nel 2023 arrivano al 4% solo nelle metropoli,  malgrado gli incentivi; aumenta la diffusione del noleggio che raggiunge la quota di 1 immatricolazione su 3. Questi i 2 dati più emblematici della ricerca condotta da ANIASA e Bain & Company sulla mobilità degli italiani, realizzata su un campione rappresentativo di residenti nelle principali città italiane, intervistati nel mese di maggio 2023.

Nelle grandi città l’uso dell’auto è seguito, a distanza, dal trasporto pubblico locale, hanno percentuali residuali le forme di mobilità complementare come car sharing, taxi, monopattini e bicicletta, anche se l’uso di quest’ultima è previsto in aumento, infatti il 15% degli intervistati ha dichiarato di voler utilizzare la bicicletta più di quanto fatto in passato (principalmente per la sua convenienza economica).

Mentre le auto elettriche non convincono gli italiani alle prese con il cambio dell’auto, le auto ibride hanno registrato migliori performance arrivando a quota 35% (di cui il 26% però di mild ibrid, quindi con un’incidenza limitata sulla reale riduzione delle emissioni). Il problema principale per il rinnovo del parco circolante è anche l’attuale scarsa propensione all’acquisto, dovuta principalmente a un quadro economico incerto, con 6 italiani su 10 che nel 2022 hanno deciso di annullare o posticipare l’acquisto preventivato. Purtroppo questa situazione si riflette sulla qualità dell’aria delle nostre città: nei primi 5 mesi del 2023 la media delle emissioni dei nuovi veicoli è salita, rispetto al 2022, da 118,5 gr/km a 120,3 gr/km.

Questa fase di incertezza aiuta la crescita del noleggio, in particolare di quello a lungo termine. A partire dalla quota di noleggio ai privati che cresce costantemente a scapito dell’acquisto, in calo da alcuni anni. Nei primi 5 mesi dell’anno, con un mercato dell’auto in ripresa rispetto al 2022 (+26%), il noleggio veicoli ha registrato una decisa crescita (+63%), che ha trainato l’intero comparto automotive, raggiungendo per la prima volta in modo stabile quota 33% dell’immatricolato nazionale. Uno sviluppo che vede in prima fila le alimentazioni a basso/zero impatto allo scarico. Le aziende del comparto hanno immatricolato il 30% delle auto elettriche e il 54% delle ibride plug-in. Una flotta di oltre 1,2 milioni di veicoli oggi composta da veicoli tutti EURO6, ibridi ed elettrici, che può contare su emissioni decisamente ridotte rispetto al circolante: -80% di CO (monossido di carbonio), -98% di HC (idrocarburi), -98% di NOX (ossidi di azoto), -92%di PM (particolato).

 

di Davide A. Porro

Guarda anche:

vegetali - Nika_Akin

L’Erbario centrale italiano di Firenze diventa digitale

Oltre due milioni di campioni vegetali, cui si aggiungono i 2 milioni provenienti da altre collezioni. Diventeranno file entro l'agosto 2025, grazie a 7 milioni di finanziamento. Trasformare...

È in Italia la città in cui si mangia meglio al mondo

Ad affermarlo è una ricerca fatta dalla rivista Time Out che ha eletto Napoli, con la sua pizza Margherita, vincitrice fra 20 città del mondo. Al secondo posto Johannesburg e al terzo Lima. Per...
medici di base - congresso

In Italia mancano i medici di base

A lanciare l'allarme un congresso in Lombardia della Società Italiana dei Medici di Medicina Generale e delle Cure Primarie. Meglio non stare male in Italia, nemmeno in una regione ricca come la...