Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

29 Novembre 2023 | Ambiente, Innovazione

Nuovi dati contro il glifosato

Lo dice uno studio internazionale a guida italiana, guidato dal Ramazzini di Bologna ma ancora da esaminare da parte della comunità scientifica.

Arriva un ulteriore campanello d’allarme su una sostanza già classificata da Airc come probabile cancerogeno: il glifosato. Si tratta del Global Glyphosate Study, lo studio tossicologico internazionale finora più completo su questa sostanza molto utilizzata in agricoltura, che ha condotto una serie di test sui ratti. La ricerca è guidata dall’Italia con l’Istituto Ramazzini di Bologna, vede la partecipazione di ricercatori di Stati Uniti, Sud America e resto dell’Europa ed il più recente di molti studi che, comunque, non danno risposte univoche sulla questione.

I risultati del nuovo studio sono online sul sito BioRxiv, che accoglie ricerche non ancora sottoposte all’esame della comunità scientifica e sono stati inviati all’Autorità europea per la sicurezza alimentare, l’Efsa e l’Agenzia europea per le sostanze chimiche, l’Echa. Secondo gli scienziati che hanno condotto il lavoro “sia il glifosato che gli erbicidi a base di glifosato causano leucemia nei ratti in giovane età e a basse dosi di esposizione”, mentre “non sono state osservate leucemie nei ratti non esposti”, scrive l’Istituto Ramazzini in una nota.

Secondo Philip Landrigan del Boston College, presidente del Comitato scientifico consultivo internazionale dell’Istituto Ramazzini, i risultati “sono molto preoccupanti per la salute pubblica per almeno due motivi: le leucemie si sono verificate a livelli di esposizione molto bassi, simili a quelli a cui sono esposti quotidianamente milioni di persone, e le leucemie si sono verificate in ratti giovani“, elemento che “solleva la possibilità di un’associazione causale tra glifosato e leucemia infantile”.

di Daniela Faggion
Nuove evidenze scientifiche contro il glifosato - ph. maxmann

Guarda anche:

la vera origine dei numeri decimali - ph. cheskapoondesignstudi

I numeri decimali hanno 150 anni in più del previsto e sono italiani

Erano usati già nel 1400 da un mercante veneziano. Si pensavano introdotti da un matematico tedesco a fine '500 Utilizzati da un mercante veneziano già nel 1440, i numeri decimali avrebbero 150 anni...
Lago di montagna - ph. kordi_vahle

Laghi alla plastica su Alpi e Prealpi italiane

Una ricerca in collaborazione con le Università di Milano e del Piemonte Orientale svela una massiccia presenza di microplastiche anche in alta quota Microplastiche, frammenti e residui di...
Wood Architecture Prize - Roberto Rocca Innovation Building

A Milano una costruzione premiata per l’architettura in legno 

Il Roberto Rocca Innovation Building di Filippo Taidelli Architetto si è aggiudicato il Wood Architecture Prize by Klimahouse, primo premio italiano per l'architettura in legno Il Roberto Rocca...