Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

19 Giugno 2013 | Attualità

Oggi si decide il destino della Ert

E’ attesa per oggi la decisione definitiva del governo greco sulla sorte della televisione Ert , chiusa lo scorso 11 giugno con la perdita di 2700 posti di lavoro. L’incontro tra i tre partiti di governo, Nea Domikratia del premier Antonis Samaras e i suoi alleati Evanghelos Venizelos del Pasok e Fotis Kouvelis di Sinistra Democratica si è chiuso ieri con un nulla di fatto. Una nuova riunione è stata quindi convocata per decidere se Samaras dovrà tornare indietro sulla sua decisione per la tv di Stato. Sulla questione Ert era intervenuto il  Consiglio di Stato greco , massima autorità giuridica del Paese, che aveva annullato la chiusura della tv pubblica , operata dal governo per obbedire al piano di privatizzazioni della troika e ne aveva riordinato la riapertura fino a quando non sarà costituito un nuovo organismo. Ieri infatti il ministro delle Finanze Yannis Stournaras, incaricato della liquidazione di Ert, aveva fatto sapere ai reporter che una nuova tv verrà costituita “il prima possibile”.

Guarda anche:

Venduto l’ex scalo ferroviario di Porta Romana a Milano, ospiterà il Villaggio Olimpico

L’ex scalo ferroviario milanese di Porta Romana è stato venduto per 180 milioni di euro da FS Sistemi Urbani, società capofila del Polo Urbano del Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane. A comprarlo...
Scarpa Rossa su libro ad Albisola Superiore

Tante iniziative in Italia contro la violenza sulle donne

Molti gli appuntamenti in occasione del 25 novembre, dalle scarpette rosse sparse per le città al numero per chiedere aiuto sulle confezioni del latte.   Per dar conto delle molte iniziative in...
turisti-Italia

Uno studio condotto da Istituto Piepoli ci dice che l’Italia resta tra le mete preferite per le vacanze dei turisti stranieri in Europa

L’indagine è stata realizzata per Confturismo-Confcommercio su un campione rappresentativo di viaggiatori americani, brasiliani, tedeschi, francesi e britannici, che prima della pandemia...