Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

29 Giugno 2009 | Economia

Palm: effetto ‘Pre’ sul bilancio trimestrale

Lo scorso giovedì, Palm ha presentato il proprio bilancio trimestrale, mostrando una perdita inferiore alle attese. La compagnia statunitense, da mesi in crisi economica e d’immagine, sembra aver tratto benefici dalla forte domanda per il suo nuovo dispositivo, ‘Pre’ , commercializzato a inizio giugno. Secondo le stime, nell’ultima settimana di maggio, Palm avrebbe ricevuto prenotazioni per 70 mila modelli (nei soli Stati Uniti) del suo nuovo smartphone , che sarebbe approdato sul mercato pochi giorni più tardi. “ Stiamo lavorando con successo per soddisfare la forte domanda, in continua crescita” ha detto Jon Rubinstein, Ceo della società La compagnia ha dichiarato una perdita di 105 milioni di dollari per il trimestre terminato lo scorso maggio, e di 43,5 milioni su base annua (40 centesimi di dollaro per azione). Gli utili sono invece scesi a 86,8 milioni (-71% su base annua). Numeri pesantemente negativi, ma non quanto le previsioni di gennaio, che davano le azioni Palm in caduta di 65 cents e gli utili di maggio intorno agli 80 milioni. Ecco dunque che, nonostante la recessione sia tutt’altro che alle spalle, analisti ed esperti di mercato tornano a scommettere su Palm, che nei primi mesi del 2009 ha venduto oltre 350 mila telefoni (+6% rispetto alla fine del 2008). “C’è la speranza che Palm torni a focalizzare le proprie attenzioni su ciò che le riesce meglio, ovvero l’innovazione e la praticità” ha detto un portavoce dell’agenzia finanziaria Frost & Sullivan.

Guarda anche:

I robot amici dell’uomo. La ricerca è italiana

Sono robot collaborativi, nati per aiutare i chirurghi a “sentire” gli organi durante un’operazione anche a migliaia di chilometri di distanza, progettati per sollevare delicatamente anziani o malati allettati, per fare pulizie in casa, per lavorare nelle fabbriche, con compiti più rischiosi, riducendo le possibilità di infortuni.

SOS frantoi. Il paradosso italiano

Unaprol e Coldiretti hanno recentemente presentato l’esclusivo rapporto su “La guerra dell’olio Made in Italy” diffuso all’alba dell’attuale campagna olearia 2022/2023. Ad emergere è un’incognita...

Come vendere tulipani agli olandesi!

Vale 1 miliardo di euro l'export made in Italy di piante fiori e fronde. Nel dettaglio, si tratta di 1.146.762.653 euro, in crescita del 22% rispetto allo stesso periodo del 2020 (erano 937.756.550...