Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

4 Gennaio 2023 | Ambiente

Parco del Delta del Po, davvero è l’unica meta italiana?

Per il quotidiano parigino Le Monde il Parco del Delta del Po è tra le 20 mete al mondo da non perdere. Vero, ma è davvero l’unica da segnalare?

Ospite quest’estate in Emilia Romagna, il giornalista Oliver Razemon ha annoverato i Parco del Delta del Po tra le 20 mete “slow” al mondo da non perdere.

Da qualche anno Le Monde pubblica i suoi consigli di viaggio per mete vicine, da raggiungere in lentezza, senza prendere voli aerei, scegliendo responsabilmente nel rispetto dell’ambiente.

Il Parco del Delta del Po, con 138mila ettari di territorio che si estende a macchia di leopardo tra Emilia Romagna e Veneto, è un paesaggio naturalistico habitat ideale per quasi 300 specie di uccelli, 50 specie di pesci, 40 specie di mammiferi e più di 1.000 specie vegetali, vero punto d’incontro tra natura e uomo, immersa tra storia e arte, tanto da entrare a pieno diritto nella rete delle riserve ‘Uomo e biosfera’ MaB  dell’Unesco.

Un po’ come il resto d’Italia!

 

(Fonte foto www.parcodeldeltadelpo.it)

Guarda anche:

Premiata a Davos la startup italiana che porta Internet in fondo al mare

Lo spin-off della Sapienza di Roma per le comunicazioni subacquee spicca al World Economic Forum per aver aperto la strada all’Internet of Underwater Things. Una soluzione in più per la lotta al...
Creazione in MuSkin

MuSkin, come un fungo parassita diventa un abito sostenibile

Un progetto di tesi degli allievi di Modartech Pontedera riporta all’attenzione un brevetto eco di qualche tempo fa, oggi ancora più utile in ottica di una maggiore sostenibilità. Se è vero che le...

Tecnologie dell’idrogeno, Italia ai primi posti per brevetti

L'Italia è fra i primi posti in Europa nei brevetti per la transizione verso l'idrogeno, specie quello 'verde' da fonti non fossili.  Secondo lo studio congiunto condotto dall'Ufficio europeo dei...